Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

10 Ottobre 2019

Trump…o’ se ne va?

Trump…o’ se ne va?

***

Venti de guera, sangue e secessioni,

riesumà li dazzi e arzà li muri,

poi rènne li mercati più inzicuri

e rompe l’alleanze tra nazzioni.

***

Distrugge er clima e fà li giorni scuri,

tra inquinamento e mille e più emissioni,

fasse nemici tutti quelli boni,

e amici quelli stronzi, li più duri.

***

Ne l’occhi e in testa er verme der potere,

a dominà ‘sto monno co l’impero,

che je pò dà er denaro pe mestiere.

***

Ma quanno mai diventa tutto vero,

de daje a Trump un carcio ner sedere,

e rispedillo ‘ndove conta zero?

***

Stefano Agostino

___________________________

***

  1. Venti de guera, sangue e secessioni,
    riesumà li dazzi e arzà li muri,
    poi rènne li mercati più inzicuri
    e rompe l’alleanze tra nazzioni. …

    Comment di Stefano — 10 Ottobre 2019 @ 05:15
  2. Quest’uomo in tre anni è riuscito a fare peggio di Bush figlio in otto! Senza criminali come lui il mondo sarebbe senz’altro un posto migliore.

    Comment di Silvio — 10 Ottobre 2019 @ 09:27
  3. Persone come lui dovrebbero sparire dalla faccia della terra. Hanno ucciso Kennedy…
    Buona Giornata.

    Comment di letizia — 10 Ottobre 2019 @ 11:38
  4. Sono tornato.
    Bel Sonetto, bei commenti!
    Un piacere leggervi!

    Comment di romano cb — 10 Ottobre 2019 @ 17:43

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>