Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

18 Dicembre 2019

Auguri da Cleo

Auguri da Cleo

***

Quest’è pe tutti voi, “Gruppo d’Amore”,

che assieme s’è ariunito attorno a Cleo,

co un’importanza quanto er Colosseo,

pe un gesto che, però, nun fa rumore …

***

… ma che arimane dentro … p’er torneo,

che s’è creato pe cancellà er dolore,

de la Sovrana che ve rènne onore,

quann’è servito tojese quer “neo”.

***

Reggina de li “caniaddestraumani”,

servita e riverita, sì a puntino,

che magna e dorme tra letti e divani.

***

Che regarmente qui ve fa un inchino,

pe auguravve, ar modo de li cani,

un bon Natale de Gesù Bambino.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

  1. Cleo è la cagnetta della mia carissima amica Deborah, che poco tempo fa ha subito un intervento delicato e per il quale si è scatenata una gara di solidarietà tra gli amici. Cleo ha così deciso di ringraziarli…

    Comment by Stefano — 18 Dicembre 2019 @ 05:33
  2. Stefano, dal Pensiero del giorno sembra che non hai seguito la partita de Cagliari fino in fondo, la partita e’ finita!

    Infatti l’arbitro ha dato si 7 minuti de recupero, che nun so’ bastati, ma quando poi la Lazie ha segnato all’ ottavo minuto, subito dopo ne ha fischiato la fine!

    Comment by romano cb — 18 Dicembre 2019 @ 16:36

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>