Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

4 Febbraio 2020

Sò momenti

Sò momenti

***

Ce sò momenti che, tutto de botto,

te cala giù un sipario de tristezza,

te chiedi anch’er perché, come ‘na brezza,

che un attimo te gela e paghi scotto.

***

Ma la risposta mai è a l’artezza

de dà ‘na spiegazzione a che s’è rotto,

ma ce lo sai che in fonno, sotto sotto,

si c’è, lei s’annisconne co destrezza.

***

Sò attimi, frazzioni de seconno,

er tempo pe buttà giù quer magone,

e rispedillo infin’a lo sprofonno.

***

Parentesi che ciànno ‘na raggione,

come qualunque incubbo ner sonno,

pe apprezzà deppiù le cose bone.

***

Stefano Agostino

______________________

***

  1. Ce sò momenti che, tutto de botto,
    te cala giù un sipario de tristezza,
    te chiedi anch’er perché, come ‘na brezza,
    che un attimo te gela e paghi scotto. …

    Comment by Stefano — 4 Febbraio 2020 @ 05:35
  2. Momenti di buio capitano a tutti, così come quelli di fame, come gli attimi di stanchezza improvvisa o le botte di sonno. Direi che è una cosa comune a noi fragili mortali.

    Comment by Silvio — 4 Febbraio 2020 @ 08:47
  3. Quando arrivano quei giorni in cui la tristezza la fa da padrone, mi rivolgo a Dio Onnipotente e ritrovo la gioia di vivere!
    Buona Giornata.

    Comment by letizia — 4 Febbraio 2020 @ 10:43

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>