Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

17 Febbraio 2020

Crimine contro l’umanità

Crimine contro l’umanità

***

Famo quarcosa contro ‘sta tortura,

contro ‘sto crimine umanitario,

contro ‘sto danno che ‘gni calennario,

nun riesce a debbellà, manco in misura.

***

A cancellallo dar vocabbolario,

bisognerebbe tutti avecce cura,

come ‘gni cosa ch’è contro natura,

d’eliminallo già da ‘gni diario.

***

Sinnò finisce che se aripresenta,

come si nun bastasse quella prima,

‘gni inizzio settimana e mai s’assenta.

***

Famo un partito cor programma e in cima

de fà l’umanità tutta contenta,

mai più un lunedì. Vota ‘sta rima!

***

Stefano Agostino

_________________________

***

  1. Famo quarcosa contro ‘sta tortura,
    contro ‘sto crimine umanitario,
    contro ‘sto danno che ‘gni calennario,
    nun riesce a debbellà, manco in misura. …

    Comment by Stefano — 17 Febbraio 2020 @ 05:29
  2. Completamente d’accordo Stè: la lotta al lunedì dovrebbe avere pari dignità con il contrasto alla criminalità organizzata, alla fame nel mondo, al narcotraffico, al cambiamento climatico, alla disoccupazione, alla corruzione e all’evasione fiscale!

    Comment by Silvio — 17 Febbraio 2020 @ 08:29
  3. “Anche a Dio non piace il Lunedì. Sarà per questo che il primo giorno creò lo spazio e lo riempì di palle che girano”.Non è mia: la persona che l’ha inventata è un genio!
    Buona Giornata.

    Comment by letizia — 17 Febbraio 2020 @ 12:38

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>