Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

23 Dicembre 2020

Che Natale sarà

Che Natale sarà

***

Sarà diverzo, certo, ‘sto Natale,

che immagginallo quanto qui nun posso,

l’Italia colorata tutta in rosso,

gnente cenone, quarche commenzale.

***

Gnente atmosfera o ridotta a l’osso,

anche l’addobbi stanno messi male,

un presepietto, un arbero e er puntale,

senza er calore de la gente addosso.

***

In tasca l’autocertificazione,

de un D.L. o un D.P.C.M.

pe fàllo inzieme a giusto du’ perzone.

***

Pochi regali certo e senza gemme,

ma senza più lo sfarzo a profusione,

sarà più Notte Santa de Betlemme.

***

Stefano Agostino

__________________________

***

  1. Sarà diverzo, certo, ‘sto Natale,
    che immagginallo quanto qui nun posso,
    l’Italia colorata tutta in rosso,
    gnente cenone, quarche commenzale. …

    Comment by Stefano — 23 Dicembre 2020 @ 03:36
  2. Qual è il problema di un Natale sobrio? Nostro Signore è arrivato in questo mondo da povero e da profugo in fuga, sono semmai fuori luogo sfarzo, cenoni e abbuffate!
    E poi non capisco il disagio per non potersi riunire: abbiamo tutti dieci mesi di dure restrizioni alle spalle allo scopo di salvarci la pelle, perché mai questa ricorrenza dovrebbe fare eccezione?

    Comment by Silvio — 23 Dicembre 2020 @ 11:43
  3. Bella la Poesia d’accordo cor commento!
    Auguroni per un Sobrio Natale a tutti!

    Comment by romano cb — 23 Dicembre 2020 @ 15:22
  4. Senza la Messa di mezzanotte del 24/25 dicembre per me non è Natale!
    Auguri a tutti!
    Like a Pensiero del Giorno

    Comment by letizia — 23 Dicembre 2020 @ 17:54

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>