Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

15 Gennaio 2021

Er vecchio smemorato

Er vecchio smemorato

***

Sta lì ar sole freddo de ’na panca,

p’ariscallà la pelle ch’è tutt’ossa,

cor bavero a coprì la testa rossa,

er vento lo schiaffeggia a destra e manca.

***

De botto pare preso da ’na scossa,

cerca de rassettà la faccia stanca,

passa ’na vecchierella, tutta bianca,

quanno la vede er còre je se ’ngrossa.

***

Lei je soride e lui ce s’arza in piedi,

un fiore a un ramo appeso j’ariccoje,

je dice: “Tiè, te vojo bene, vedi?”

***

Come la neve ar sole lei se scioje

e j’arisponne: “A Ni’, ma che te chiedi?

Nun t’aricordi mai che so’ tu’ moje ?!?”

***

Stefano Agostino

________________________

***

  1. Sta lì ar sole freddo de ’na panca,
    p’ariscallà la pelle ch’è tutt’ossa,
    cor bavero a coprì la testa rossa,
    er vento lo schiaffeggia a destra e manca.

    Comment by Stefano — 15 Gennaio 2021 @ 05:40
  2. La tenerezza delle persone anziane…
    Garantire una vecchiaia serena dovrebbe essere una priorità per un Paese, in primis erogando una pensione dignitosa, in secundis non costringendo a lavorare i cittadini fino ad età esageratamente avanzate. Il livello di civiltà si misura sul rispetto degli anziani.

    Comment by Silvio — 15 Gennaio 2021 @ 11:44
  3. Bei versi delicati e molto teneri! Poi, alla fine, scopriamo che il nonnino ha perso un po’ la memoria!
    Mi accodo a quello che dice Silvio, ma, purtroppo il “Nuovo Ordine Mondiale” vuole togliere di mezzo le persone anziane, perché ormai sono troppe! Non sanno cosa sia la Vergogna.
    Buona Giornata.

    Comment by letizia — 15 Gennaio 2021 @ 13:34
  4. Purtroppo è così che succede invecchiando. A diversi anni da quando hai scritto sto sonetto, sono arrivato a vedermi personificato in questi versi. Purtroppo non ho a chi porgere il fiore. Non scrivo più tanto come prima, ma leggo sempre i sonetti. Un ringraziamento a chi ti segue commentando e in particolare alla commentatrice di lungo corso: Letizia!

    Comment by 'svardo — 15 Gennaio 2021 @ 17:06
  5. Letizia, ‘Svardo e Silvio, sono io a ringraziare voi per la vostra quotidiana presenza. Grazie di cuore.

    Comment by Stefano — 15 Gennaio 2021 @ 18:09
  6. Svardo, sono contenta di leggerti, mi mancavi! Grazie.

    Comment by letizia — 16 Gennaio 2021 @ 16:49

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>