Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

23 Febbraio 2021

Veri eroi

Veri eroi

***

Du’ granni servitori de lo Stato,

du’ ommini e du’ fìi de ‘sto Paese,

che pagheno er costo de le spese

ar prezzo ch’è er più arto concordato.

***

Nati pe fà der bene era palese,

anche ner giorno der loro attentato,

ché staveno sur mezzo nun blindato

pe ‘na missione umaniaria ar mese.

***

Luca, ner Congo, era ambasciatore,

Vittorio, je faceva lui da scorta,

carabbiniere de granne valore.

***

Qui er probbrema è de spartì la torta,

ner mentre chi cià a còre er tricolore,

mó sta ‘ndó nun c’è più la gente morta.

***

Stefano Agostino

_________________________

***

  1. Du’ granni servitori de lo Stato,
    du’ ommini e du’ fìi de ‘sto Paese,
    che pagheno er costo de le spese
    ar prezzo ch’è er più arto concordato.

    Comment by Stefano — 23 Febbraio 2021 @ 05:50
  2. Chi come questi eroi ha messo la propria professione e il proprio tempo libero al servizio del bene e degli ultimi si è certamente conquistato il Paradiso su questa terra di gente miserabile, ipocrita e meschina. Tutti dovremo un giorno presentarci al cospetto di Nostro Signore per rendere conto del nostro operato. La vera giustizia non è di questo mondo!

    Comment by Silvio — 23 Febbraio 2021 @ 08:50
  3. Io, forse, vedo cose che non esistono, ma mi viene da pensare che questo scempio sia stato programmato (per come si è svolto) da qualcuno che ha bisogno di distogliere l’attenzione del popolo da altre cose turpi. Mi auguro che non sia vero. Una prece per questi nuovi eroi!

    Comment by letizia — 23 Febbraio 2021 @ 13:59

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>