Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

21 Marzo 2021

Dar Vangelo der giorno: “er seme che porta frutto”

Dar Vangelo der giorno: “er seme che porta frutto”

***

“L’ora è arivata: sia glorificato

er Fìo de l’Omo ché, pe chi lo teme,

vor dì sarvezza, ossia massima speme”,

così, prima che fusse condannato …

***

… Gesù a li discepoli: “Sì er seme

che cade in tera mòre, in quelo stato,

lui porta tanto frutto e quer ch’è nato

è grazzie a ‘na vita che se spreme.

***

Così anch’Io dovrò morì p’er monno

pe dà la Vera Vita, quella eterna,

a chi Me seguirà inzino in fonno.

***

Ché c’è ‘na Gloria granne e sempiterna,

pe chi me crede e fin su ner profonno

ascorterà sta Voce Mia, fraterna”.

***

Stefano Agostino

_________________________

***

 

  1. “L’ora è arivata: sia glorificato
    er Fìo de l’Omo ché, pe chi lo teme,
    vor dì sarvezza, ossia massima speme”,
    così, prima che fusse condannato …

    Comment by Stefano — 21 Marzo 2021 @ 06:42
  2. Questo Vangelo ci ricorda che dobbiamo seguire le orme di Gesù fino alla morte per avere la Vita Eterna: Infatti, se vogliamo “vedere Gesù”, dobbiamo camminare per la Sua strada.
    Buona Domenica

    Comment by letizia — 21 Marzo 2021 @ 14:05

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>