Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

2 Giugno 2021

Le frecce tricolori

Le frecce tricolori

***

Sò ‘no spettacolo tutto italiano,

le frecce tricolori a sfreccià in celo,

segnato da le tre bande de velo

de verde, bianco e rosso più nostrano.

***

Quer volo che disegna sopr’ar telo

de un azzuro tinto a sfonno piano,

che spunteno dar tetto ar Vittoriano,

un rombo tricolore cor suo zelo.

***

E voleno co coreografie,

che pareno davero de fà un ballo,

co giri e capovorte e co maggìe.

***

Er due de giugno tocca festeggiallo,

e co le frecce a scrive ne le scie,

ché ‘sto Paese esca da ‘sto stallo.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

  1. Sò ‘no spettacolo tutto italiano,
    le frecce tricolori a sfreccià in celo,
    segnato da le tre bande de velo
    de verde, bianco e rosso più nostrano. …

    Comment by Stefano — 2 Giugno 2021 @ 01:35
  2. Le frecce tricolori sono la cosa più bella del 2 giugno, tutto il resto è uno schifo! Come si fa a festeggiare la Democrazia se siamo piombati in una Dittatura? Anche il cielo si è imbronciato!
    Buona Giornata.

    Comment by letizia — 2 Giugno 2021 @ 11:36

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>