Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Frammenti di Roma,I sonetti romani,Nuova edizione

13 Giugno 2021

Er raccordo anulare

Er raccordo anulare

***

De l’inventore s’è spento er ricordo,

sostituito da la locuzzione,

co cui se dice circonvallazzione,

pe tutti li romani, è er “raccordo”.

***

Invece GRA più che un’abbreviazzione,

è er nome che de certo è un po’ balordo,

de chi a Roma j’ha segnato er bordo,

ch’è anulare pe la precisione.

***

L’intento era perciò miracoloso,

pe sbrojà Roma sempre imbottijata,

tra machine e caos senza riposo.

***

Ma chiusa pe lavori in careggiata,

da la “Via Aurelia” a “Casal Lumbroso”,

de GRA ce sta ’sto STRO che l’ha ’mboccata.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

  1. De l’inventore s’è spento er ricordo,
    sostituito da la locuzzione,
    co cui se dice circonvallazzione,
    pe tutti li romani, è er “raccordo”. …

    Comment by Stefano — 13 Giugno 2021 @ 17:38
  2. Bello il GRA, quando non ci sono auto che lo imbottigliano! Altrimenti… sono dolori!
    Buona Giornata.

    Comment by letizia — 14 Giugno 2021 @ 12:47
  3. Il Grande Raccordo Anulare mi evoca la parodia di Corrado Guzzanti nell’imitazione di Venditti

    Comment by Silvio — 15 Giugno 2021 @ 08:36

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>