Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Frammenti di Roma,I sonetti romani,Nuova edizione

9 Luglio 2021

Via Veneto

Via Veneto

***

Via Veneto: ’no scatto da rivista,

anche senza ritocchi de colore,

ar nato ricco nun je fa stupore,

pe chi c’è diventato è ’na conquista.

***

Percorza ar passo der rallentatore,

co tutt’er tempo lento der turista,

lei srotola quela sciccosa lista,

de posti ’ndó se ’nghinghera er signore.

***

Arberghi, bar, negozzi e ristoranti,

’gni occasione è bona a fà vetrina,

de perzonaggi noti a tutti quanti.

***

Ma chi mai finirà in copertina,

perché nun cià né carte, né contanti,

la “dorcevita” guarda in cartolina!

***

Stefano Agostino

_______________________

***

  1. Via Veneto: ’no scatto da rivista,
    anche senza ritocchi de colore,
    ar nato ricco nun je fa stupore,
    pe chi c’è diventato è ’na conquista. …

    Comment by Stefano — 9 Luglio 2021 @ 05:11
  2. La via più elegante della città che fu vetrina di tanti personaggi famosi non mi ha mai suscitato emozioni particolari forse perché non sono attratto dall’edonismo, ma indubitabilmente è uno dei luoghi simbolo di Roma nostra!

    Comment by Silvio — 9 Luglio 2021 @ 09:13
  3. Quand’ero ragazzina andare in Via Veneto equivaleva ad un premio! Poi sono cresciuta e non me n’è importato più niente! Comunque è una bellissima strada di Roma nostra!
    Buon Pomeriggio!

    Comment by letizia — 9 Luglio 2021 @ 16:06

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>