Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Frammenti di Roma,I sonetti romani,Nuova edizione

9 Settembre 2021

Piazza de Spagna

Piazza de Spagna

***

In fonno a via Condotti e via Frattina,

a fà li piedi a Trinità de’ Monti,

Piazza de Spagna attenne li tramonti,

pe acchittasse ar mejo e stà in vetrina.

***

In quer momento, che nun cià confronti,

quanno che s’ariposa a l’aria fina,

lei ch’ha ospitato er monno la matina,

se sdraja pe godesse l’orizzonti.

***

Fin ortre la fontan de la Barcaccia,

da la colonna de l’Immacolata,

te strigne attorno a sé e nun se slaccia.

***

Quale che giorno sia, come l’amata,

quanno la ’ncontri, che arzi un po’ la faccia,

te ne innamori solo co un’occhiata.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

  1. In fonno a via Condotti e via Frattina,
    a fà li piedi a Trinità de Monti,
    Piazza de Spagna attenne li tramonti,
    pe acchittasse ar mejo e stà in vetrina. …

    Comment by Stefano — 9 Settembre 2021 @ 03:23
  2. Sonetto all’altezza del complesso monumentale al quale è dedicato. Bravo Stè!

    Comment by Silvio — 9 Settembre 2021 @ 09:20
  3. Grazie Silvio

    Comment by Stefano — 9 Settembre 2021 @ 11:49
  4. Bello il sonetto e magnifica Piazza di Spagna! Tutta ROMA è troppo bella!
    Buon Pomeriggio.

    Comment by letizia — 9 Settembre 2021 @ 13:11
  5. Come non essere d’accordo… Grazie Letizia

    Comment by Stefano — 9 Settembre 2021 @ 14:37

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>