Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

23 Ottobre 2021

Er Tempo

Er Tempo

***

Boiaccia Tempo, che gran fregatura!

Quanno che sei pischello o regazzino,

ne li disegni monti sur trenino,

che te stazzioni a l’età matura.

***

Quanno sei omo e ’ncocci cor destino,

te piacerebbe èsse ’na cratura,

mentre in capoccia la capijatura,

se ’mbianca com’er sole der matino.

***

Magara risalì su quer vagone,

che avevi un dì pittato sur quaderno,

che t’ariporti a la prima stazzione.

***

Ma nun a caso s’anagramma in “terno”,

quer “treno” che cià un’artra direzzione,

che pò sapé solo ch’er Padreterno.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

  1. Boiaccia Tempo, che gran fregatura!
    Quanno che sei pischello o regazzino,
    ne li disegni monti sur trenino,
    che te stazzioni a l’età matura. …

    Comment by Stefano — 23 Ottobre 2021 @ 07:37
  2. Da ragazzini il tempo non passa mai! Ma, arrivati ad un certo punto non si fa nemmeno in tempo a scendere, che siamo già al capolinea! Il tempo, fintanto che c’è, è bene centellinarlo e gustarlo anche se non è sempre come lo vorremmo!
    Buona serata.

    Comment by letizia — 23 Ottobre 2021 @ 19:34

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>