Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

La Roma in rima,Stagione 2021-22

14 Maggio 2022

Roma – Venezia

Roma – Venezia: 1-1

***

Quanno nun deve entrà, nun ce sta storia,

ducento tiri in porta e nun fai gnente,

un risurtato pari inconcrudente,

che lassa amaro in bocca pe memoria.

***

Quattro traverze a peggiorà er presente,

e a peggiorà così la graduatoria,

ché pe l’Europa c’è ‘na rotatoria,

e rischi de fermatte a frecce spente.

***

C’è solo da dà tutto cor Torino,

speranno de tornà senza ‘na toppa

e anzi mejo a pieno bottino.

***

Che de sfortuna ce n’hai pure troppa,

arza la testa e su quer capo chino,

c’è er campionato prima eppoi la Coppa.

***

Stefano Agostino

***

  1. Quanno nun deve entrà, nun ce sta storia,
    ducento tiri in porta e nun fai gnente,
    un risurtato pari inconcrudente,
    che lassa amaro in bocca pe memoria. …

    Comment by Stefano — 14 Maggio 2022 @ 23:21
  2. Troppe traverse, troppe traversie. E’ andato tutto di traverso!

    Comment by Ilario — 15 Maggio 2022 @ 07:05
  3. Con i calci dangolo abbiamo vinto 12 a 1 e con le traverse ho perso i conti: quando non vuole entrare non entra!

    Comment by letizia — 15 Maggio 2022 @ 11:08

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>