Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

18 Maggio 2022

Er bonumore

Er bonumore

***

È bello risvejasse la matina,

co ’na battuta che strappa un soriso,

pure si cor cuscino in faccia ar viso,

e si la sveja strilla d’assassina.

***

È quer momento, quello in cui hai deciso,

de collegatte ar monno co la spina,

de ’na risata che mette benzina,

quanno che ancora manco te sei assiso.

***

Così che quer soriso t’accompagna,

pe tutto er giorno, fino a tarda sera

e serve com’er cibbo che se magna.

***

Ché nun ce sta ’na verità più vera,

da scrivela in grassetto a la lavagna,

ch’er bonumore fa quadrà la sfera.

***

Stefano Agostino

______________________

***

  1. È bello risvejasse la matina,
    co ’na battuta che strappa un soriso,
    pure si cor cuscino in faccia ar viso,
    e si la sveja strilla d’assassina. …

    Comment by Stefano — 18 Maggio 2022 @ 06:51
  2. Sante parole. Gente allegra Dio l’aiuta!

    Comment by Silvio — 18 Maggio 2022 @ 10:08
  3. Complimenti anche al pensiero del giorno!

    Comment by romano cb — 18 Maggio 2022 @ 12:43
  4. E’ la cosa migliore svegliarsi con un sorriso e continuare così per tutto il giorno!
    Buona Giornata.

    Comment by letizia — 18 Maggio 2022 @ 12:45
  5. Grazie Romano e grazie sempre a tutti per gli interventi quotidiani
    mai banali e sempre sul pezzo.

    Comment by Stefano — 18 Maggio 2022 @ 14:55

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>