Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

6 Giugno 2022

Tristi ricorenze

Tristi ricorenze

***

Ce sò li giorni che se fanno date,

che tojeremmo sì dar calennario,

e invece stanno a scrivece er diario,

che segna l’amarezze cadenzate.

***

Ché nun se ’mpara su l’abbecceddario,

de come ’ste tristezze sò pagate,

si in sàrdo, interamente oppure a rate,

co ’na gran voja de calà er sipario.

***

Ma ’nvece de guardacce sempre addietro,

quanno che viè ’na triste ricorenza,

sarebbe da usà ben artro metro …

****

… Fà quarche cosa che varga da benza,

pe fàcce tornà in pista e lavà er vetro,

zozzato da un “pit-stop” de sofferenza.

***

Stefano Agostino

_____________________

***

  1. Ce sò li giorni che se fanno date,
    che tojeremmo sì dar calennario,
    e invece stanno a scrivece er diario,
    che segna l’amarezze cadenzate. …

    Comment by Stefano — 6 Giugno 2022 @ 05:18
  2. Più passano gli anni e più sul calendario aumentano le tristi ricorrenze! Ma, con l’aiuto di Dio andiamo avanti e ringraziamolo per tutte le cose buone che ci regala!
    Buona serata.

    Comment by letizia — 6 Giugno 2022 @ 18:58

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>