Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Nuova edizione,Romanamente

18 Giugno 2022

Vorebbe traslocà in tera stragnera

Vorebbe traslocà in tera stragnera

***

Vorebbe traslocà in tera stragnera,

più passa er tempo e più ce se ’nfrattaja,

l’Italia, ’ndó nun paga mai chi sbaja,

anzi, simmai, pe quello fa cariera.

***

’Gni fìo de ’na mignotta e gran canaja,

puranche quelli in più d’ortrefrontiera,

de ’sta nazzione adotta la bandiera,

e quanno je va male se la squaja.

***

Nun c’è rispetto pe gnente e nisuno,

fregassene de tutto ora è legge,

la sola ch’è obbedita da quarcuno.

***

Ma me ne vojo annà, nun riesco a regge,

de seguità così, e si so’ uno,

me sa che dietro a me ce sta un ber gregge.

***

Stefano Agostino

______________________

***

  1. Vorebbe traslocà in tera stragnera,
    più passa er tempo e più ce se ’nfrattaja,
    l’Italia, ’ndó nun paga mai chi sbaja,
    anzi, simmai, pe quello fa cariera. …

    Comment by Stefano — 18 Giugno 2022 @ 03:13
  2. C’hai ragione Stefano, moltissimi espatrierebbero appresso a te! Ma io ormai sono troppo vecchia per andare via! Purtroppo non me la sento più.
    Buon sabato.

    Comment by letizia — 18 Giugno 2022 @ 14:53
  3. Non e’ cambiato gnente! Infatti, 50 anni fa’ sentivo lo stesso sentimento e alla prima opportunità’ lasciai per il Canada. Alla mia ragazza tedesca scrissi “sono arrivato in Paradiso”! Mai un rimpianto!
    Dopo quarant’anni nel 1997, in un momento particolare, scrissi:

    “ Riflessione d’un’Emigrante Italo-Canadese ”

    Emigrato per differenti raggioni, senza ‘na lira ,….. ma co’ mille illusioni; duro lavoro e molta inventiva, co’ ‘la grande speranza,…..de sta’ mejo de prima!

    In questa corsa ad un futuro migliore, passai al lavoro….. le ore migliori; e pe’ le cose più’ belle ch’avevo sempre sognato, non c’e’ stato er tempo,… er tempo..e’ passato!

    Co’ l’amici d’un tempo ci’o perso er contatto, li genitori non ce so’ più’, e’ un dato di fatto; i figli so’ grandi….. in un paese straniero, domando a mi moglie, se e’ un sogno ….. o s’e’ vero!

    Si, la casa e’ più’ grande, d’inverno si va’ al mare, le macchine sono nuove nell’autoviale; finalmente sto’ bene, no’ non posso esser vecchio,
    l’illusione finisce, ….. davanti a ‘no specchio!

    Spesso e’ troppo tardi, e spesso dopo averne pagato caro il prezzo, che finalmente si capisce che la vita in fondo e’ soltanto un passaggio, una sola opportunità’,….. un breve viaggio!

    Embe’, n’hai fatti de sacrifici, …..ma mo’ ci hai ‘sti du’ sordi, ma bianco e attempato la gioventù e la bona salute più’ non hai;
    e mo’ te domandi……….co’ sti’ cacchio de sordi, e mo’ te domandi,……. ma che cacchio ce fai?

    Comment by romano cb — 18 Giugno 2022 @ 16:11
  4. Grazie Romano, bellissimo

    Comment by Stefano — 18 Giugno 2022 @ 22:15
  5. Mi associo: è un bellissimo commento!

    Comment by letizia — 19 Giugno 2022 @ 11:56
  6. Molto gentili! Grazie!

    Comment by romano cb — 19 Giugno 2022 @ 16:41

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>