Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

16 Dicembre 2020

Er presepio

er presepe

Er presepio

***

E cor presepio torno un po’ pischello,

casette illuminate, li pastori,

è giorno e notte, è un misto de colori,

tra pecorelle, er bue e l’asinello.

***

E sassi e ghiaia, er muschio, li rumori

de mestieranti e de quer mulinello,

la carta ch’è stagnola p’er ruscello,

ner celo ‘na cometa a fà l’onori.

***

Me l’ariguardo e l’occhio me se ‘ncanta,

davanti a la capanna e lì vicino,

polistirolo a neve che l’ammanta.

***

E m’aritrovo er còre regazzino,

in quer momento che fa Notte Santa,

a un tratto ariempie tutto quer Bambino…

***

Stefano Agostino

______________________________

***

  1. Sefano sei grande! Questo sonetto è proprio bello, è vero che guardando il presepio si ritorna bambini! Mi puoi spiegare il pensiero del giorno oppure è una cosa molto privata? Auguro Buone Feste a te e a tutti coloro che ami. Ciao e un grande abbraccio. AUGURI anche agli scrivani di questo sito e a tutti i fratelli giallorossi. SEMPRE FORZA ROMA!!!!!!!!!

    Comment by letizia — 22 Dicembre 2010 @ 12:00
  2. Qual’occasione più migliore de quella d’approfitta’ der sonetto sur Presepio, pe’ fa’, a tutti li blogghisti fissi o de passaggio, l’auguri 2010/2011? Vedemo si me l’aricordo tutti.
    In primis er titolare Stefano eppoi, così come vengheno: Princesse, Perla, Letizia, Sirvio, Ciumachella, K.K., “Pedro detto hectorr, Bighorn, Luis”, Prometex, R&R, Bariggio, er Sindaco e, me vojo aruvina’, ma solo pe la vita normale, esclusa la fede sporiva, a Peppinodepaola. A tutti, puro a quelli che nun me so’ aricordato: AUGURI DE BONE FESTE E ER SOGNO ADDIVENTI REARTA’.

    Comment by 'svardo — 22 Dicembre 2010 @ 12:26
  3. Buongiorno a tutti. Mi unisco anche io agli auguri. In particolare a chi ama dormire ma si sveglia sempre di buon umore.A chi saluta ancora con un bacio o una carezza.A chi lavora molto ma si diverte di piu’. A chi va in fretta in auto ma non siona ai semafori.A chi arriva in ritardo ma non cerca scuse. A chi spegne il televisore per fare due chiacchiere. A chi è felice il doppio quando divide a meta’. A chi si alza presto per aiutare un amico. A chi ha l’entusiasmo da bambino ma pensieri da uomo. A chi vede nero solo quando è buio. A chi non aspetta Natale per essere piu’ buono. BUONE FESTE A TUTTI.

    Comment by roberto genesis — 22 Dicembre 2010 @ 13:51
  4. Grazie a ‘svardo per avermi messa in cima alla lista per gli auguri, che contraccambio con affetto. Li estendo A TUTTI I PARTECIPANTI A QUESTO SPAZIO, NATURALMENTE COMINCIANDO DAL “MAESTRO”, cui faccio anche gli auguri per il 26! SMACKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKK

    Comment by Principessa — 22 Dicembre 2010 @ 14:17
  5. Anch’io contraccambio con affetto gli auguri ricevuti, e auspico di cuore a tutti i naviganti che approdano in questo spazio un Natale sereno e un futuro migliore del passato, ma vivendo pienamente il presente! Vi abbraccio tutti!

    Comment by Silvio — 22 Dicembre 2010 @ 15:53
  6. Ho le lacrime agli occhi, Stefano! Stupenda poesia per la Sete che hanno gli Umani di Pace, Speranza e Fratellanza! Auguri carissimi a tutte le Amiche e agli Amici del Blog! Che l’Anno Prossimo sia migliore comunque di quello Passato… e che il Sogno che ci accomuna finalmente si Avveri!!! P.S. Aò, me l’hanno riferito il Bue e l’Asinello da voci di corridoio… ma che nella Grotta ce staveno i corridoi?….zzzzZZZZZZZ…Sempre ForZa ROMA!!!

    Comment by Luis — 22 Dicembre 2010 @ 22:21
  7. P.S.: RomamoR… RomamoR… ma che davero davero pensi che io, Hertorr e Bighorne siamo la stessa persona? Ci hai messi tutt’insieme tra le virgolette… Vabbè, famo così: alla prossima cena venimo tutti e tre in bicicletta… Ma UNA Sola, neh? Ciao e Buon Natale!

    Comment by Luis — 22 Dicembre 2010 @ 22:25
  8. Ciao Luis, quanno uno se mette ‘n chiodo ‘n testa je tòcca fa’ come San Tommaso: “nun ce crede si nun ce mette er naso”

    Comment by RomamoR — 22 Dicembre 2010 @ 23:14
  9. Ammazza è na bomba! che bravo

    Comment by Laura — 23 Dicembre 2010 @ 21:31
  10. E cor presepio torno un po’ pischello,
    casette illuminate, li pastori,
    è giorno e notte, è un misto de colori,
    tra pecorelle, er bue e l’asinello. …

    Comment by Stefano — 16 Dicembre 2020 @ 00:37
  11. La rappresentazione della Natività è evocativa e simbolica, ed è un fenomeno tipico del cattolicesimo, come anche le statue e i quadri in chiesa. Le confessioni cristiane protestanti e ortodosse non fanno altrettanto, come nemmeno le altre grandi religioni monoteiste.

    Comment by Silvio — 16 Dicembre 2020 @ 10:39
  12. Il Presepio è la rappresentazione più bella e dolce del Natale! Altro che l’albero! E il sonetto è BELLISSIMO! Grazie Stefano, sono ritornata bambina!
    Buona Giornata.

    Comment by letizia — 16 Dicembre 2020 @ 13:07

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>