Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani

4 Giugno 2011

Trilussa – L’ingiustizzie der monno

trilussa - l'ingiustizzie der monno

L’ingiustizzie der monno

***

Quanno che senti dì: “cleptomania”,

è segno ch’è un signore che ha arubbato.

Er ladro ricco è sempre un ammalato

e er furto che commette è una pazzia.

***

Ma si invece è un povero affamato

che rubba ‘na pagnotta e scappa via,

pe lui nun c’è nissuna malatia,

che je ‘mpedisca d’èsse condannato.

***

Così va er monno. L’antra settimana,

che Yeta se ne agnede cor sartore,

tutta la gente disse: è ‘na puttana.

***

Ma la duchessa che scappò in America,

cor cammeriere de l’ambasciatore:

“Povera donna”, dissero, “è un’isterica”.

***

Trilussa

________________


  1. Grazie Stefano che ci ricordi queste opere d’arte, Trilussa, forse più del Belli, incarnava l’essenza del popolo. Il Belli era, più o meno, comunque legato al potere papale e anche se lo bastonava ne faceva comunque parte…..

    Comment di Massimiliano "Bariggio" — 4 Giugno 2011 @ 13:18
  2. Trilussa sempre attuale. Vedenno la marea d’invitati a la sfilata der 2 giugno, m’ha fatto aritorna’ ‘n mente “L’incontro dei sovrani”.
    Er Belli è stato antipapale ‘n principio, doppo s’è arimagnato diverse opere rinnegandole. Un’altro ch’ha fatto marcia ‘ndietro cor potere costituito è stao er Giusti, ch’ha rinnegato come non sua l’opera “Il giudizio de Domenedio”, cancellata dal “Canzoniere”. C’ho avuto ‘a ventura d’ ave’ avuto ‘ntra avuto tra le mani, e letto, un’edizziome vecchia ch’ancora la riportava. Ce l’aveva co “quel burattino in gran pompa ornato e imbavagliato” e Pietro diceva: “ma è il mio successore”. Sta’ a dilla tutta quì è ‘n’impresa e me n’aricordo solo a rlcuni frammenti. Ne parlamo a la cena de luglio.

    Comment di RomamoR — 4 Giugno 2011 @ 15:46

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>