Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

18 Luglio 2011

Chi amministra, ha minestra

chi amministra, minestra

Chi amministra, ha minestra

***

Artro che detto e credo popolare,

quelo de chi “amministra che ha minestra”,

e nun ce sta centro, sinistra o destra,

che nun s’adegui a ste parole care.

***

Così che mo che s’apre sta finestra

in der Montecitorio e de st’affare,

se scopreno li scheletri e le bare

de chi commanna e de chi ce ammaestra.

***

E mentre ce se chiede sacrificio,

pe sanà er Fisco ch’è aridotto in stracci,

lì ner Palazzo zitto, micio micio …

***

… ce sta chi magna a sbafo de poracci,

da l’antipasto fino ar dentifricio,

pe l’animaccia de li stramortacci.

***

Stefano Agostino

___________________________

  1. Chi controlla i controllori?
    Ogni volta che un gruppo, qualunque esso sia, ha il potere di scegliere il proprio stipendio e i propri bonus, accade che si fanno oscenità e ingiustizie.
    All’estero, però, almeno conoscono la vergogna, e quindi stanno attenti a non esagerare. Qui invece è la casta, e nessun italiano si è accorto che qualche anno fa c’è stato un colpo di stato, quando lega e part della libertà hanno introdotto il porcellum, ossia la impossibilità per l’elettore di scegliere il nome del politico da eleggere, ossia la preferenza.
    Con il porcellum sono i partiti che decidono prima delle elezioni chi verrà eletto e chi no, e quindi il politico è costretto a prostituirsi per avere in cambio l’elezione e quindi i privilegi della casta.
    Ogni riferimento agli avvocati e alle amiche di B. non è casuale

    Comment by Pablo bighorn — 18 Luglio 2011 @ 09:28
  2. Mitico Stefano! Un commento pacato:
    Li mejo mort…cci loro!
    Ahimè, Popolo bue… e io sono l’Asinello…

    Comment by Luis — 18 Luglio 2011 @ 09:54
  3. Buongiorno a tutti. Strano che mentre inntante parti del mondo sembra tutto muoversi velocemente, qui da noi c’è un immobilismo totale, e non mi sembra che qualcosa funzioni a meraviglia ! La sensazione è che stiamo vivendo un declino inarrestabile.E sono convinto che questo degrado non sia del tutto casuale,bensi’ la logica conseguenza di scelte di potere ben precise, con grande capacita’ di influenzare la gente. Insomma , in poche parole, guardatre il grande fratello per non occuparsi di altro ! Questi pescecani avidu di potere hanno dilapidato e continuano a dilapidare un patrimonio collettivo senza risolvere nessun problema e se nza migliorare le condizioni di vita. Sicchè noi che questo potere dobbiamo solamente subirlo ci ritroviamo sul groppone un debito pubblico allucinante senza esserne responsabili esenza prospettive rassicuranti specie per i nostri figli. Per questo motivo sono 10 anni che non voto, per non legittimere questi sciacalli !

    Comment by roberto genesis — 18 Luglio 2011 @ 10:19
  4. Come Roberto genesis, è dal “porcellum” che non voto. La cosa grave è che anche i “cosidetti” partiti (???) d’oppsizione, oltre le sole parole, non muovono un dito, anzi si scannano tra loro, favorendo il gioco del berlusca. Non ci doveva essere il finanziamento di partiti e invece s’abbuffano senza ritegno.
    Siamo tra i paesi più poveri, mentre Tremorti s’appiglia al risparmio dei singoli, che dicerto non sta tra i lavoratori reddito fisso. Il risparmio di Tremorti eè l’accccumulo di capitli sotratto al reinvestimento e alla redistribuzione mediante salari e stipendi più alti.
    NON E’ RISPARMIO E’ IMMOBILISMO.

    Comment by 'svardo — 18 Luglio 2011 @ 16:27
  5. I nostri signori poltici sono quelli che guadagnano (ops: rubano) più degli altri in Europa, anche nei confronti degli stessi colleghi “europarlamentari”.
    Tagliano sul sociale, ma leor tasche rimangono piene.

    Comment by 'svardo — 18 Luglio 2011 @ 16:32
  6. A proposito de cose zozze…
    Qualcuno me spiega com’è possibile che Rosella Sensi sarà nominata Assessore?
    Io credevo che, al massimo, fosse Asessuata…

    Comment by Luis — 18 Luglio 2011 @ 21:52
  7. … N’artra cosa zozza:
    Qualcuno me spiega l’uscita de Baldini su Totti?
    Qualcuno me spiega li meriti de st’omo che, secondo me, ha avuto solo la fortuna de capità a Roma quando il Grande Franco Sensi (riposi in pace, mejo che nun guarda quaggiù) s’è sfonnato pè comprà li mejo giocatori sul mercato?
    Immaginateve Pradè cò tutti quei soldi… capace che piava Maradona… a 40 anni… Brrrrr….

    Comment by Luis — 18 Luglio 2011 @ 21:56
  8. Ieri non ho avuto il tempo di leggere questo sonetto, caro Stefano hai detto tutto! è una cosa vergognosa,i poveri (che sono ahimè la maggioranza) sempre più poveri e gli altri, sempre più ladri!

    Comment by letizia — 19 Luglio 2011 @ 12:02

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>