Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

5 giugno 2018

Ramo spezzato

ramo spezzato

Ramo spezzato

***

Voleva portà un fiore a la regazza,

l’aveva visto ar centro de un’aiola,

così se disse solo ‘sta parola:

“L’arubbo” come fa ‘na ladra gazza.

******

Ma entranno ner recinto, co la sòla,

un ramo nun ha retto quela stazza,

s’è rotto come fa er biscotto in tazza,

spezzato come sotto a ‘na tajola.

***

 E mó, pe ‘sto reato ch’ha commesso,

se la deve vedé cor maggistrato,

ch’è j’ha allestito er banco der processo.

***

Così che pe quer ramo ch’ha spezzato,

pe arigalà un ber fiore ar gentir sesso,

rischia d’annà a bottega, carcerato!

***

Stefano Agostino

____________________________

***

  1. Buongiorno a tutti….la solita storia della “LEGGE é UGUALE PER TUTTI” o quasi…si ruba una mela o un fiore processo per direttissima…si rubano migliardi, si uccide, si stupra e si sta a spasso vero caro presidente dei miei stivali…grande Stefano e SEMPRE FORZA ROMA

    Comment by Federica_Perla — 16 settembre 2011 @ 12:41
  2. Come al solito, i paradossi dell’ingiustizia umana…
    Ma nnamo, come se avesse rubato na mela…
    Aò, però se rubano Lamela il massimo della pena, eh?

    Comment by Luis — 16 settembre 2011 @ 13:11
  3. Buongiorno a tutti. Ho ascoltato la conf stampa di LE, certo è un personaggio…
    A tal proposito, propongo al padrone di casa se è d’accordo (dopo Totti, Lotito, Reja, Mexes e forse dimentico qualcuno) di fare un nuovo sonetto-gioco-anagramma su Luisetto Enriquello.
    Ha già battuto tanti record, uno in più gli farà bene: il primo gioco anagramma stefaniano dedicato ad un allenatore della ASR!
    (Vabbè, allenatore… me sò allargato…)

    Comment by Pablo BigHorn — 16 settembre 2011 @ 14:44
  4. Voleva portà un fiore a la regazza,
    l’aveva visto ar centro de un’aiola,
    così se disse solo ‘sta parola:
    “L’arubbo” come fa ‘na ladra gazza. … continua

    Comment by Stefano — 5 giugno 2018 @ 05:51
  5. Off topic. Cristante è un gran bel centrocampista. Se la Roma indovina gli acquisti giusti quest’anno può fare il tanto atteso salto di qualità. Daje.

    Comment by Silvio — 5 giugno 2018 @ 10:17
  6. ‘Na vòrta, p’ariccoje in fiore ar giardino pubbrico, te beccavi ‘na murta: poi è arivata l’anarchia e li giardini li potevi distrugge ‘mpunemente: mo, tutt’an botto ….. addirittura ‘a galera! Pora Itaglia!

    Comment by 'svardo — 5 giugno 2018 @ 23:26
  7. Questo sonetto non lo conoscevo: lo vedo oggi! Ma poi qualcuno sa come è andato a finire il processo? Quanto sono ridicoli per una simile sciocchezza addirittura un processo! Per tutti i ladri patentati che ci governano oggi, allora, bisognerebbe costruire nuove galere!

    Comment by maria letizia — 6 giugno 2018 @ 11:09

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>