Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

7 Dicembre 2011

Li tarTASSAti

 li tartassati

Li tarTASSAti

***

“Tocca strigne la cinghia”, dice Monti,

ner mentre che ce impicca co ste tasse,

“bisogna arisanà ste pore casse,

senza né se, né ma, senza fà sconti”.

***

Rimette l’ICI – tocca regolasse –

aumenta l’IVA e, pe fà du’ conti,

manna in penzione quanno ormai s’è pronti

boni pe quattro legni in cui infilasse.

***

“Combatteremo sprechi e l’evasione”,

ce dice er Presidente der Consijo,

“e chi nun paga se ne va in priggione”.

***

Ma tanto già se sa che chi è un gran fijo

de ignote madri e nota professione,

la scamperà senza mai batte cijo.

***

Stefano Agostino

_________________________

  1. Patrimoniale? Nisba! Aumento Irpef oltre 200mila l’anno? Nisba! Ici pesante seconde, terze e quarte case? Nisba… e poi la chiamano equitá… Forse volevano dì equitalia… Ccciloro e nostri che ancora non li famo sartà per aria! Meno male he la Roma va alla grande sennò sai che tristezza ;)!!!

    Comment di Sololupo — 7 Dicembre 2011 @ 08:41
  2. Tripla “A”

    Comment di Laio — 7 Dicembre 2011 @ 08:43
  3. “Tocca strigne la cinghia”. Grandi parole, parole serie ma già sentite.
    L’ho sentite ner Giugno 1976 a San Giovanni, ner comizzio de e. Berlinguer, ma ner giugno successivo ho ‘nteso er medesimo E. Berlinguer ne la stessa piazza, ch’arovesciava er concetto dicenno; “Agiteremo le masse”. Quindi, gniente strignimenti de cinghia.
    Lo disse er “Dottor Sottile” Amato ner ’92 quanno revoco’, co’ l’appoggio de la sx, l’agganciamento all’aumenti salariali co le penzioni. Peccato ché, pe ottene ‘sto previleggio, c’aveveno fatto scioperà solo quarche anno prima.
    L’ha detto puro Prodi, ma l’hanno fatto casca’ co le 35 ore.
    Mo chi ha strigne saranno ancora li penzionati, quelli veri da du’ sòrdi ar mese, a li quali pe du’ anni nun daranno l’equiparamento cor costo de la vita, ner mentre aumenta l’IVA, aritorna l’ICI e arincareno luce, gasse e acqua.
    Questo nun abbasta, ha da strigne la cinghia puro er tifoso aromanista che, a causa der proggetto, ha da pazientà e assiste a le continue batoste che becca la Roma pe corpa de ‘n’incopente parvenza d’allenatore e meno male che quarcuno dice che “la Roma va a la grande” ner mentre che è propio ‘na “tristezza”.

    Comment di -'svardo - Romamor — 7 Dicembre 2011 @ 09:08
  4. Buongiorno a tutti. ” Bisogna prendere il denaro dove si trova, presso i poveri. Hanno poco ma sono in tanti. ” Ettore Petrolini.

    Comment di roberto genesis — 7 Dicembre 2011 @ 09:47
  5. Solo brutte notizie e bastonate per noi, che in fondo siamo solo il popolo e nn contiamo niente, dobbiamo sempre capire i danni fatti da altri e pagare sempre e cmq…nn abbiamo diritti sempre e solo doveri…”L’unica parte della cosiddetta ricchezza nazionale che entra realmente in possesso della collettività dei paesi moderni è il debito pubblico.” Il Capitale, Karl Marx (1867).

    Comment di federica_perla — 7 Dicembre 2011 @ 10:16
  6. bene … condivido sia il sonetto sia i commenti … (anche se quello di ‘svardo dovrebbe essere riveduto e corretto in parte – essendo un po’ di parte) …

    Comment di Elio Malloni — 7 Dicembre 2011 @ 10:38
  7. Tempi cupi, che più cupi non si può, e non è finita.

    Comment di letizia — 7 Dicembre 2011 @ 11:49
  8. Buongiorno ai Tartassati!
    Daje regà, daje…
    Volevamo Mari e Monti… semo stati accontentati a metà!
    D’altronde le baby pensioni dell’anni 80, il decentramento estremizzato (Regioni, Province, Comuni, circoscrizioni, Comunità montane, l’atomo, il neutrino, ecc.) ci han portato dove stiamo… in Mare Aperto, altro che Monti!
    Un fiume in piena di sprechi, di centri di potere, di veti incrociati, di CORRUZIONE pertanto dilagante, Fondi Europei già stanziati rimasti nei cassetti, ecc. ecc.
    E dopo aver sittanto magnato PENSIONI D’ORO a lorsignori…
    A regà, purtroppo ci siamo distratti…
    Il Popolo non dovrebbe mai…

    Comment di Luis — 7 Dicembre 2011 @ 12:56
  9. P.S. Circa la Cena, ragazzi, purtroppo non potrò darvi un’adesione fino all’ultimo… Problemi gravi familiari…
    Se dovessi venire senza prenotazione, al limite magno in cucina… Mannaggia 😀

    Comment di Luis — 7 Dicembre 2011 @ 12:57
  10. Luis, mi dispiace. Se riesci a liberarti anche all’ultimo minuto sei sempre il benvenuto. Un grande abbraccio.

    Comment di Stefano — 7 Dicembre 2011 @ 14:12
  11. Ricapitolando per la cena ai Meloncini di martedì 13 dicembre siamo: Perla (+2 Perlini), Principessa, Genesis e Signora Genesis, Grandecorno (possibili Grandicornini), RomamoR, Silvio, Sindaco, io.

    Comment di Stefano — 7 Dicembre 2011 @ 14:13
  12. Mi associo ai commenti fin quì descritti, essendo un pensionato, in età avanzata, mi troverò domani ad affrontare senza speranza di ottenere un aumento , anche minimo sulla pensione percepita, per il blocco all’equiparamento al costo della vita, e da oggi è in vigore l’aumento dei carburanti con il conseguente rialzo dei prezzi su tuti i generi commerciali. Poi verrà l’IVA, l’ICI, ecc e conclusione dei fatti ci troveremo ad andare a mangiare al Circolo San Pietro. Se ancora funzionasse.

    Comment di carlo — 7 Dicembre 2011 @ 14:47
  13. Nun vojo fa’ polemica e dico che nu so’ de parte, ossia sto da la parte de la verità. Le cose che ho dichiarate nun me l’hanno ariccontate: l’ho vissute e le sto a vive su la pelle mia.

    Comment di 'svardo — 8 Dicembre 2011 @ 00:29

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>