Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

27 Gennaio 2012

Accise … loro

 accise

Accise … loro

 ***

Nun ce voleva un genio de finanza,

pe contestà er rincaro de benzina,

come ‘na mossa a nitro-glicerina,

pe scatenà bordello fisso a ortranza.

 ****

Ché forze c’era un’arta medicina,

in grado de sarvà stipendi e panza

e de curà er paese in latitanza,

de sordi in cassa e fieno in cascina.

 ***

Più ch’aumentà la benza, se doveva

combatte l’evasione, vero dramma,,

sin da li tempi de Adamo e Eva.

 ***

E’ fà pagà ‘na vorta er fijo de mamma

“dedita al meretricio”, se diceva,

che ha sempre evaso tasse pe programma.

 ***

Stefano Agostino

______________________

  1. chiarissima esposizione della giusta soluzione al problema …

    Comment by Elio Malloni — 27 Gennaio 2012 @ 10:15
  2. Tra un po’ me sa che faremo la fine dei cinesi negli anni settanta: tutti i bicicletta…!!!

    Comment by Silvio — 27 Gennaio 2012 @ 10:20
  3. Buongiorno a tutti al grido di “A piedi….tutti a piedi”…e con il mio fantastico abbonamento metrobus altrimenti chi ci arriva a fine mese… 🙂

    Comment by federica_perla — 27 Gennaio 2012 @ 10:36
  4. Bongiorno a tutti, aritorna in auge er più antico mezzo de locomozzione: “S.& T”; vorgarmente detto: “Sòla e Tacchi”.
    Io l’ho ripreso dar 2001: Lasciata allo sfascia carrozze la machina (troppo cara l’assicurazzione), fatto l’abbonamento ar Metrobusse, giro pe’ Roma e la Regione L…o (nun se nomina perché quarcuno j’ha ‘nfangato er nome) senza fretta. Nun m’incassio più pe er parcheggio, pe le precedenze e pe li semafori. Er Sor Monti è ‘n mare de fantasia e vedrete che tra poco s’inventerà er “T.a C.” acronimo de ‘n tappo ar c..o. così s’arisparambiamo puro de magnaà.

    Comment by 'svardo — 27 Gennaio 2012 @ 11:11
  5. magari potessi evitare di mangiare… non ingrasserei

    Comment by principessa — 27 Gennaio 2012 @ 16:16
  6. Cuiao “princesse”, tranquilla, t’aiuterà er Premier ‘n carica. Tra ‘n monte de tasse e ‘n mare de taji la prossima estate pòi anna’ ar mare o ar monte ‘n perfetta silouette. Aempre se se sei ariuscita a risparambia’ quarcosa.

    Comment by 'svardo — 27 Gennaio 2012 @ 18:19
  7. Bonasera Popolo!
    Bella Stè, tocca pià i pattini…
    Ma chi è capace?
    Non a caso il sinonimo di pattini è Schettini!
    No, i Schettini no! Chissà ‘ndò ce portano…

    Caro RomamoR, a pedagna la salute ce guadagna!
    T’aricordi quelle belle domeniche d’austerity, con quelle macchine orribili squadrate dell’epoca (la 127, la 131, l’alfasud, l’alfetta…): me sa che c’era il divieto de circolà proprio per quanto ereno brutte!

    Comment by Luis — 27 Gennaio 2012 @ 18:57

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>