Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

21 Febbraio 2012

Martedì grasso

martedì grasso

Martedì grasso

***

L’urtimo giorno a frappe e castagnole,

poi er Carnevale in maschera ce lassa,

der resto fa così, ‘gni cosa passa,

pure ‘sta Tera un giorno e pure er Sole.

***

Er martedì, che è giornata grassa,

l’urtima in reartà pe panze e gole,

pe travestisse come ‘gnuno vole,

 ché poi entra Quaresima a fà cassa.

***

Pe tradizzione, vada come vada,

schiuma da barba, scherzi, frizzi e lazzi,

tra dame e moschettieri co la spada.

***

 E monnezzari a spigne come pazzi,

pe toje li coriannoli a ‘gni strada,

passati ‘sti bagordi e ‘sti sollazzi.

***

Stefano Agostino

_______________________

  1. Io ne ho mangiate veramente pochissime, di frappe e castagnole (per prevenire il rigore quaresimale) 😀

    Comment by Principessa — 21 Febbraio 2012 @ 09:18
  2. L’unica cosa bella del carnevale sono le frappe (ho provato miele e rum fantastiche) e le castagnole, per il resto è una festa per bambini rovinata, anche questa, dal troppo consumismo…per la quaresima direi che ormai è fissa e ci rimarremo per molto tempo 😉

    Comment by federica_perla — 21 Febbraio 2012 @ 10:35
  3. Il sonetto è una bella fotografia del tempo che passa. Il pensiero del giorno è magnifico!

    Comment by letizia — 21 Febbraio 2012 @ 11:43
  4. BENE … (e domani sò Le Ceneri) …

    Comment by Elio Malloni — 21 Febbraio 2012 @ 11:55
  5. Martedì grasso e palindromo

    Comment by Massimiliano "Bariggio" — 21 Febbraio 2012 @ 12:17
  6. Buongiorno a tutti. Concordo con Perlina, frappe e castagnole l’unica cosa buona.
    Mi sono vestito solo una volta a Carnevale da bambino, volli con tutte le mie forze vestirmi da indiano Apaches. Gia’ allora,forse inconsciamente, avevo capito da che parte schierarmi…..

    Comment by roberto genesis — 21 Febbraio 2012 @ 12:45
  7. Ohhh, è passato Carnevale e nun me ne so’ accorto.
    Ok, nun avrò fastidi pe la Quaresima, già ce sto.
    Chissà se a mezzaquaresima “Carnevalone” m’ha ricorderò?
    Me sà che li 5 canditi so’ arisurtati indigesti e la cassata, sfranta, nun l’hanno gustata.

    Comment by 'svardo — 21 Febbraio 2012 @ 13:17
  8. Io alle elementari mi mascherai da spagnola, solo che alla fine sembravo ….cinese!

    Comment by Principessa — 21 Febbraio 2012 @ 13:53
  9. Indiano Apache? Interessante…io potrei fare Pocahontas, con le treccine (o forse TANTAhontas?)

    Comment by Principessa — 21 Febbraio 2012 @ 13:54
  10. L’unica volta che mi sono mascherato, a 17 anni, è stato uno dei più originali…. io da termometro e un mio amico da tettarella della chicco…..

    SempreForzaRoma

    p.s. Grande Genesis, già da piccolo sapevi stare dalla parte giusta

    Comment by Massimiliano "Bariggio" — 21 Febbraio 2012 @ 14:19
  11. Io l’ultima volta che me so’ mascherato era in adolescenza ed era da vichingo… Con le corna in testa… Se la maschera è profetica devo fare due chiacchiere con mi moje! 😉

    Comment by Sololupo — 21 Febbraio 2012 @ 17:50
  12. ahahahah!!!!! Tutti divertenti!

    Comment by letizia — 21 Febbraio 2012 @ 18:37
  13. Buon 21/02/2012 a tutti 🙂

    Comment by Prometex — 21 Febbraio 2012 @ 21:39

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>