Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

17 Aprile 2012

Cammino

cammino

Cammino

***

Sta vita è fà ‘gni passo der cammino,

sia che semo ghepardi o pachidermi,

quello che conta è nun restà mai fermi,

pure ch’è notte e stà a aspettà un matino.

***

Ché a forza de piantasse a fà l’inermi,

a attenne un quarche segno der destino,

finimo pe immobbilizzacce fino

a quanno nun ce magneno li vermi.

***

Vojo arivà giù in fonno a la mia strada,

pure ch’ho camminato e nun ho corzo,

senza fermamme più, comunque vada.

***

Nun vojo un giorno, pe spiegà er discorzo,

quanno dovrò ancoramme in quarche rada,

vedé che stavo ar più a metà percorzo.

***

Stefano Agostino

_____________________________

  1. Bello e profondo. In sintesi stefanagostiniano. Buongiorno!

    Comment by Sololupo — 17 Aprile 2012 @ 08:12
  2. fa riflettere…è vero!grazie sono parole delle quali farò tesoro..ne avevo bisogno…

    Comment by Enrica Adiutori — 17 Aprile 2012 @ 08:20
  3. Sonetto stimolante. Dartronne ‘a vita è questa: hai sempre da movete, ‘nfino a che ‘mprovviso ariva er traguardo.
    L’esempio più recente e dolooroso è quello de Piermario Morosini: er traguardo è arivato in anticipo e senza preavviso.

    Comment by 'svardo — 17 Aprile 2012 @ 09:13
  4. ineccepibile …

    Comment by Elio Malloni — 17 Aprile 2012 @ 09:31
  5. Condivido in pieno: la vita va vissuta in pieno, mai diluita in inutili perdite di tempo e senza guardarsi troppo indietro!

    Comment by Silvio — 17 Aprile 2012 @ 10:01
  6. Buongiorno a tutti. ” Lungo il cammino della vostra vita, fate in modo di non privare gli altri della vostra felicita’. Evitate di dare dei dispiaceri ai vostri simili ma, al contrario, vedete di procurare loro gioia ogni volta che potete ! ” Proverbio Sioux.

    Comment by roberto genesis — 17 Aprile 2012 @ 11:45
  7. AUGH!!! Viso pallido “genesis”

    Comment by 'svardo — 17 Aprile 2012 @ 12:25
  8. Grazie a tutti per i vostri eccellenti interventi.

    Comment by Stefano — 17 Aprile 2012 @ 12:39
  9. BELLISSIMO E PROFONDO!

    Comment by letizia — 17 Aprile 2012 @ 13:45
  10. Chi si ferma è perduto, Stè, cosi dicheno…
    Ma quanto me piacerebbe… E invece…
    Sempre de corsa, ma solo per sopravvivere…
    Cori cori cori… Voce del verbo corere…
    Sarà per questo che ultimamente me fa male er core?

    Comment by Luis — 17 Aprile 2012 @ 19:14
  11. Più ti leggo, più amo la tua poesia… sei sempre GRANDE…

    Comment by Vincenzo COPPOLA — 21 Aprile 2012 @ 13:01

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>