Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

11 giugno 2018

Mortacci

Mortacci

***

“Mortacci” a Roma è tipica espressione

che, come dì, è onnicomprensiva,

dì ch’è un inzurto è cosa riduttiva

e chi lo fa nun sempre cià raggione.

***

C’è chi la dice co rabbia cattiva

e allora sì ch’è giusta ‘st’oppignone,

ma spesso nun riguarda mai perzone

e men che mai la gente nun più viva.

***

Così che a vorte è più compiacimento

pe te, pe lui, e pe l’antenati vostri

che sò citati guasi a gradimento.

***

A le artre, è più vibrante come un coro,

 che tocca anche li mia, come li nostri,

e l’anima de li mortacci loro.

 ***

Stefano Agostino

______________________

***

  1. “Mortacci” a Roma è tipica espressione
    che, come dì, è onnicomprensiva,
    dì ch’è un inzurto è cosa riduttiva
    e chi lo fa nun sempre cià raggione. … (continua)

    Comment by Stefano — 11 giugno 2018 @ 05:48
  2. Ahò qua l’argomento si fa di gran spessore… A Roma possiamo infatti vantare un lessico fantasioso, ricco di espressioni colorite, spesso accompagnate da gestualità eloquente. Sono esternazioni linguistiche mai banali, che si incastrano bene tra le parole per insaporire, rafforzare, argomentare meglio ciò che si intende esprimere.

    Comment by Silvio — 11 giugno 2018 @ 09:37
  3. “Mortacci” é un’espressione che comprende tantissime cose, non solo di disprezzo, ma spesso di stupore, a volte anche di saluto e di complimenti. Tutto questo solo a Roma può accadere!
    Buona Giornata.

    Comment by maria letizia — 11 giugno 2018 @ 11:17
  4. Assiste, ‘na Hall dell’Hilton de Roma, a ‘n’incontro tra du’ vecchi ammici e senti’, a voce alta: “Aoh, te piasse ‘n corpo, li mortacci tua; ando’ sei ito a stronzeggia’?” Er tutto connito da pacche su le spalle, abbracci e baci; nerr mentre l’astanti allibischeno spaventati. Riferisco testualmente quale occasionale spettatore.

    Comment by 'svardo — 11 giugno 2018 @ 16:20

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>