Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

15 luglio 2018

Dar Vangelo der giorno: “l’agnelli in mezzo a lupi”

Dar Vangelo der giorno: “l’agnelli in mezzo a lupi”

***

Gesù scerze settantadue e je disse

d’annà pe le città a parlà der Regno,

senza portà bisacce o artro fregno,

spiegannoje ‘ste poche cose fisse:

***

“Annate a dà la pace! Si uno è degno,

j’ariverà, … ma qua famo a capisse,

si nun v’accojeranno, nun fate risse,

sgrullateve la porvere pe segno.

***

Quela città, ner giorno der Giudizzio,

verà distrutta e a dì distrutta è poco,

nimmanco fa er comincio de l’inizzio.

***

Ma voi gioite, no p’evità er foco,

co li demóni e ‘gni loro supplizzio,

ma perch’è scritto in Cèlo er vostro Loco.

***

Stefano Agostino

________________________

***

  1. Gesù scerze settantadue e je disse
    d’annà pe le città a parlà der Regno,
    senza portà bisacce o artro fregno,
    spiegannoje ‘ste poche cose fisse: … (continua)

    Comment by Stefano — 2 luglio 2016 @ 16:28
  2. Fare proselitismo cristiano. Cosa che nella culla del cristianesimo, sembra sconosciuta.

    Comment by 'svardo — 15 luglio 2018 @ 11:07
  3. Ringrazio il Signore per questa bella giornata!
    Buona Domenica.

    Comment by maria letizia — 15 luglio 2018 @ 12:24

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>