Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

9 Ottobre 2016

Dar Vangelo der giorno: “li dieci lebbrosi”

Dar Vangelo der giorno: “li dieci lebbrosi”

***

Dieci lebbrosi chiesero ar Signore:

“Abbi pietà de noi, o Tu, Maestro”,

Gesù je disse: “Sì, ma io v’addestro:

dar sacerdote annate co fervore”.

***

Così che quelli annarono, ma l’estro

d’aritornà a dì grazzie e renne onore

a Dio che li guarì ce l’ebbe a còre

sol uno in mezzo a tutto quer canestro.

***

Che poi, pe giunta, era lo stragnero,

a cui Gesù je fece: “E l’artri nove?

‘Ndov’è che stanno mó? Vabbè, mistero”.

***

Poi nun penzò nimmanco Lui a quer dove,

guardò quell’artro ch’era forestiero,

je disse: “Va’, le Fede te promove”.

***

Stefano Agostino

____________________________

***

  1. Sembra che ringraziare sia una pratica sconosciuta fin dall’antichità! Eppure è così semplice dire “Grazie”!
    Grazie Signore per tutte le cose che mi hai dato e che mi dai!

    Comment di letizia — 13 Ottobre 2013 @ 12:23
  2. Dieci lebbrosi chiesero ar Signore:
    “Abbi pietà de noi, o Tu, Maestro”,
    Gesù je disse: “Sì, ma io v’addestro:
    dar sacerdote annate co fervore”. … (continua)

    Comment di Stefano — 9 Ottobre 2016 @ 06:48
  3. Bongiorno. Gira e rigira, er Santo Vangelo ce ‘nsegna a ave’ FEDE. E’difficile ariusci’ a raggiunge’quella vera e cieca, ner mentre quasi tutti ce fermano a recità quarche preghiera e magari ogni tanto.

    Comment di 'svardo AsR'29 — 9 Ottobre 2016 @ 12:22
  4. Io penso che questo Vangelo c’insegna a dire Grazie”: Grazie Gesù per tutto quanto ci doni, per tutto quello che hai sofferto per noi, grazie perché non ci abbandoni mai per tutti i giorni della nostra vita!
    Buona Domenica!

    Comment di letizia — 9 Ottobre 2016 @ 17:43

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>