Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

6 Novembre 2016

Dar Vangelo der giorno: “li sadducei”

Dar Vangelo der giorno: “li sadducei”

***

Un gruppo de ferventi sadducei,

pe cui nun s’arisorge dopo morte,

pe fà cascà Gesù, chiesero sorte

seconno li principi de l’ebbrei…

***

… der matrimogno, fatto sette vorte,

da quela donna che mòre poi lei,

da vedova ar marito e a artri sei,

a chi va in moje, a l’anime risorte?

***

Gesù arispose che moje e marito,

è robba de ‘sta Tera e no der Cèlo,

‘ndó nun c’è morte e nun ce sta quer rito.

***

S’è come l’angeli e ciascun “io”,

come certificato dar Vangelo,

è unito in de l’Amore e è fìo de Dio.

***

Stefano Agostino

________________________________

***

  1. Buona domenica a tutti e buon Vangelo di oggi in versi!

    SEMPRE FORZA ROMA

    Comment di letizia — 10 Novembre 2013 @ 09:43
  2. Un gruppo de ferventi sadducei,
    pe cui nun s’arisorge dopo morte,
    pe fà cascà Gesù, chiesero sorte
    seconno li principi de l’ebbrei… (continua)

    Comment di Stefano — 6 Novembre 2016 @ 07:36
  3. Dopo la morte terrena, saremo come LUI (sempre se faremo in modo di meritarlo).
    Buona Domenica!

    Comment di letizia — 6 Novembre 2016 @ 12:32

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>