Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

31 Dicembre 2016

Buon 2017

Buon 2017

***

Ce semo ormai è er 2017,

un anno NOVO e no un novo anno,

ciao ciao dumilaesedici d’affanno,

de tante cose brutte e poche rette.

***

Un brindisi lettore, cui m’addanno 

de rigalà emozzioni in du’ strofette,

nun sai, quanno ce riesco, e Dio permette,

quanto me fa felice de rimanno.

***

Auguri a tutti voi de ‘gni bellezza,

‘gni desiderio vero e ‘gni fortuna,

salute, gioia, amore e ‘gni ricchezza.

***

Pe me chiedo ‘na cosa sola, una,

che chi me vole bene e che m’apprezza

lo farà ancora … e toccherò la luna.

***

Auguri a tutti. Di cuore.

Stefano Agostino

____________________________

***

  1. Ce semo ormai è er 2017,
    un anno NOVO e no un novo anno,
    ciao ciao dumilaesedici d’affanno,
    de tante cose brutte e poche rette. (continua)

    Comment by Stefano — 31 Dicembre 2016 @ 16:10
  2. Grazie degli Auguri Stefano, anche io te li faccio con tutto il cuore!
    Buonanotte e sogni d’oro.

    Comment by letizia — 1 Gennaio 2017 @ 00:32
  3. Bongiorno der 2017. Auguri a tutti, che ve s’avverì ‘gni cosa de bòno che desiderate.

    Comment by 'svardo AsR'29 — 1 Gennaio 2017 @ 08:59

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>