Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

9 marzo 2018

Roma bucata

Roma bucata

***

Nun la vojo difenne a spada tratta,

ma manco posso sopportà e stà zitto

l’attacco che subbisce fitto fitto,

la sindaca pe ‘gni pozza siffatta.

***

Si a Roma ormai, quale che sia er traggitto,

girà vor dì sartà de buca in fratta,

l’asfarto ch’è scocciato e che se ‘mbratta,

nun è solo pe un Campidojo sfitto.

***

Armeno pe onestà qui andrebbe detto

che gelo e pioggia e manto assai scadente

fanno un ber mix che stà a portà a ‘st’effetto.

***

De certo c’è quarcuno incompetente,

ma si le casse a Roma sò a lo stretto,

la Raggi nun pò fà che poco o gnente.

***

Stefano Agostino

______________________________

***

  1. Nun la vojo difenne a spada tratta,
    ma manco posso sopportà e stà zitto
    l’attacco che subbisce fitto fitto,
    la sindaca pe ‘gni pozza siffatta. … (continua)

    Comment by Stefano — 9 marzo 2018 @ 05:56
  2. Carissimo Stefano, ce sta dadi’ che si Roma piagne, Milano nun ride. Solo che l’ostilità fa’ vede’ gigante er probblema romano, mentre sottace quello ch’avviene ne l’antre città. Pure Latina, Firenze e stanno affoga’ ‘n tra le buche e TG e stampa stanno cor telobiettivo solo su Roma, andove le strade veniveno riparate su ‘na base de sabbia e ‘na leccatina d’asfarto. Penzo ch’è orqa de comincia’ a dilla chiara e sfancula’ i detrattori.

    Comment by 'svardo — 9 marzo 2018 @ 07:40
  3. Bravo ‘svardo, quello che dici è vero! E’ lo sport principale quello di infangare i 5 stelle e Roma e poi non è mica un giorno che le strade di Roma e dintorni sono piene di buche, ma i sindaci precedenti cosa hanno fatto?
    Buona Giornata!

    Comment by maria letizia — 9 marzo 2018 @ 08:41
  4. E’ stato avvistato qualcuno con la canna da pesca seduto accanto a una bucona piena d’acqua…

    Comment by Silvio — 9 marzo 2018 @ 10:25
  5. E’ vero che molte buche sono dovute a lavori del manto stradale fatti male, senza il giusto fondo a massetto, che fa risparmiare la ditta e truffare il comune e i cittadini, perchè poi il lavoro gli viene pagato per intero, come se fosse fatto bene.
    Detto questo, dove stanno i controlli del comune affinché il lavoro sia fatto a regola? Perché non viene richiamata la ditta a riparare il lavoro mal fatto quando dopo un mese si forma la buca? Qui c’è colpa del comune e del sindaco che non organizza e non dispone chi debba controllare.

    Comment by Pablo BigHorn — 10 marzo 2018 @ 13:35
  6. Poi, se posso mettere il dito sulla piaga, dove abitano i miei genitori, anziani e non deambulanti in modo autonomo, ci sono buche che aspettano di essere riparate da oltre 2 anni, DUE ANNI! Durante le precedenti amministrazioni, le buche dopo maltempo puntualmente si formavano, ma poi venivano riparate, se non subito dopo qualche mese. In questo, la giunta Raggi è deficitaria e peggiore delle precedenti giunte.

    Comment by Pablo BigHorn — 10 marzo 2018 @ 13:38

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>