Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

La Roma in rima,Poesie romaniste

4 Luglio 2019

sBARELLAmo

sBARELLAmo

***

C’è da aspettasse che li giocatori,

invece de vestì la nostra maja,

vanno pe artri lidi a dà battaja,

mossi da novi stimoli e allori.

***

Pe questo che Barella mó tartaja

e vole sceje l’Inter pe fattori

che ciànno tutti in Conte li favori,

e nun ce penza manco a si se sbaja.

***

Tanto pe come stàmo co Pallotta,

pure che viè, te pò durà pe un anno,

ma l’anno dopo è già co un’artra cotta …

***

… pe questo o quello e James senza addanno,

aspetta che quarcuno se lo ‘nzotta,

e in giro pure troppi ce ne stanno.

***

Stefano Agostino

***

  1. C’è da aspettasse che li giocatori,
    invece de vestì la nostra maja,
    vanno pe artri lidi a dà battaja,
    mossi da novi stimoli e allori. …

    Comment di Stefano — 4 Luglio 2019 @ 05:36
  2. Non può esserci strategia a medio o lungo termine se in pochi anni sono cambiati dirigenti ogni sei mesi in perfetto stile americano. E’ questo che non si vuole capire: svuotare società, settore tecnico e squadra della propria identità è il peggiore errore possibile se l’obiettivo è il risultato sportivo. Se poi l’obiettivo è il marketing e realizzare utili lo scenario cambia radicalmente ma, francamente, il calcio non c’entra niente…

    Comment di Silvio — 4 Luglio 2019 @ 09:49
  3. Ma ‘sto pallotto der cavolo proprio a noi ce doveva capità?! a lui della nostra MAGICA NON GLIENE FREGA UNA MAZZA!

    Comment di letizia — 4 Luglio 2019 @ 11:29
  4. Silvio ha ragione! Infatti cara Letizia, triste a dire e a metabolizzare, ma la nostra Magica ormai e’ solo un ricordo, d’un tempo bello…….che non c’e’ piu’!

    Comment di romano cb — 5 Luglio 2019 @ 02:45

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>