Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

29 Febbraio 2020

Pe l’artri 80, pe mi’ padre 20

Pe l’artri 80, pe mi’ padre 20

ééé

Pe l’artri sì, sarebbero ottant’anni,

ma pe mi’ padre no, pe lui sò venti,

chi è nato oggi … a èsse bene attenti,

diverzi cià natali e compreanni.

***

Er 29.2 … detto artrimenti,

che viè ‘gni quattro turni a vestì panni

da bisestile a l’anno, senza inganni,

‘gni 4 conta passi più crescenti.

***

E si ‘sto giorno è poi così speciale,

penzate chi ce nasce e porta er nome,

der Santo ch’aricorre eccezzionale.

***

Ch’è sant’Ilario d’Enza, appunto, e come

mi’ padre Ilario o Laio … tant’è uguale,

ch’è er più speciale … e da cui pìo er cognome.

***

Stefano Agostino

___________________________

***

  1. Pe l’artri sì, sarebbero ottant’anni,
    ma pe mi’ padre no, pe lui sò venti,
    chi è nato oggi … a èsse bene attenti,
    diverzi cià natali e compreanni. …

    Comment by Stefano — 29 Febbraio 2020 @ 07:20
  2. Tanti AUGURI al tuo giovanissimo Papà, caro Stefano, ed altri cento a lui di questi giorni!
    Buon Pomeriggio di Festa!

    Comment by letizia — 29 Febbraio 2020 @ 13:04

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>