Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

La Roma in rima,Stagione 2020/21

20 Dicembre 2020

Atalanta – Roma

Atalanta – Roma: 4-1

***

La Roma regge un tempo e un quarto d’ora

poi tutt’a un tratto se spegne la giostra,

e prenne 4 go’, mettenno in mostra

che c’è quarcosa da trovà ancora.

***

E ch’è de testa … chiaro … che te rostra

su cui ce sta da lavorà allora,

ché nun pò èsse che qui lo s’ignora,

e ch’è p’er bene de ‘sta Roma nostra.

***

Ce sta da cresce certo, ma de testa,

senza guardà er blasone avverzario

sinnò finisci sempre che te resta …

***

… la senzazzione de calà er sipario

ch’hai recitato da comparza onesta,

e no da prim’attore o comprimario. 

***

Stefano Agostino

***

  1. La Roma regge un tempo e un quarto d’ora
    poi tutt’a un tratto se spegne la giostra,
    e prenne 4 go’, mettenno in mostra
    che c’è quarcosa da trovà ancora.

    Comment by Stefano — 20 Dicembre 2020 @ 21:20
  2. Bongiorno nòvo e squadra vecchia. Finchè i rincalzi nun valgono i cosidetti titolari, “non si riuiscirà a togliere il classico ragno dal buco”. In effetti gli attuali “titolari” sono dei buoni panchinari. Titolari veri cercasi!

    Comment by 'svardo — 21 Dicembre 2020 @ 01:19
  3. Ma se ne andassero a fangiro in carrozzella, cominciano bene e poi s’ammosciano se si va avanti così…addio sogni di quasi gloria!

    Comment by letizia — 21 Dicembre 2020 @ 12:51

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>