Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Frammenti di Roma,I sonetti romani,Nuova edizione

1 Giugno 2021

Via der Corzo

Via der Corzo

***

Un friccico de luci, inzegne e vita,

senza un momento mai che je viè sonno,

e tira dritta, lunga, fin’in fonno,

da quanno che la ’mbocchi a l’uscita.

***

Piazza der Popolo è a l’artro monno,

si ce vai a passeggio come in gita,

dar Vittoriano pare sia ’nfinita,

poi sei a Largo Chiggi in un seconno.

***

E vedi ’no spaccato che dispenza

negozzi, banche, bar, vetrine e uffici,

turisti de ’gni spece de cadenza.

***

In mezz’a l’oro de l’incantatrici,

ch’ortraggia la più minima decenza,

un omo in stracci fà magnà li mici.

***

Stefano Agostino

______________________

***

  1. Un friccico de luci, inzegne e vita,
    senza un momento mai che je viè sonno,
    e tira dritta, lunga, fin’in fonno,
    da quanno che la ’mbocchi a l’uscita. …

    Comment by Stefano — 1 Giugno 2021 @ 07:04
  2. Tempo fa ci passavano le automobili e i bus, poi hanno li hanno spostati su un altro percorso! Ora la Via del Corso è invasa da gente abbastanza maleducata di tutte le razze!
    Buona Giornata!

    Comment by letizia — 1 Giugno 2021 @ 11:55

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>