Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Canzoni e Personaggi

26 Giugno 2010

“A profughi…” di Alberto Sordi

  1. Tratto dal film “Il marito”, una delle scene più esilaranti di tutto il cinema italiano. Del resto Albertone ce ne ha donate anche altre, come su “Finbcè c’è guerra c’è speranza” quando all’aereoporto di una città africana dove era andato per svolgere il suo lavoro(un film di denuncia come pochi, denuncia anche verso la falsità della propria famiglia) vedendo un concorrente si presenta alla polizia locale e mostrando la tessera dell’ASRoma e lo denuncia come portatore di malattie….Infatti ASR era stato tradotto opportunamente con AssociazionSanitairRoma.
    Grande Alberto

    Comment by Massimiliano "Bariggio" — 26 Giugno 2010 @ 19:42
  2. MITICO ALBERTONE!!! Oggi ne vedrebbe de sfollati-profughi… francesi… italiani… inglesi… chi saranno i prossimi?

    Comment by Luis — 27 Giugno 2010 @ 19:18

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>