Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

14 Aprile 2016

L’invidioso

Tags: , , ,

 invidioso

L’invidioso

 ***

Stai sempre a guardà a quello che nun ciài,

a misurà ‘gni tizzio ar bilancino,

già solo che te sveji ch’è matino,

gareggi contr’er monno, come fai?

 ***

Quello è un riccone che cià er patentino,

quell’artro cià ‘na casa che è un via vai,

quell’artro ancora nun l’hai visto mai

senza un ber machinone e tu er “pandino”.

 ***

Me chiedo ‘ndo lo porti quer veleno,

che te gonfia de rabbia e fa l’umore,

  che quanno è nero pesto, stai sereno.

 ***

Si te guardassi indietro pe un par d’ore

a véde chi sta peggio e cià de meno,

te sentiresti, fórze, un gran signore.

 ***

Stefano Agostino

_____________________________

***  

  1. L’invidioso è solo da compatire perchè non si godrà mai la vita!

    Comment by Silvio — 3 Agosto 2010 @ 09:07
  2. Io me ce diverto a falli “sgozza'”. M’avanto de ‘n mucchio de cose che nun c’ho, ma lo faccio ‘n modo tale che abboccheno sempre e come ‘ncominceno a rosica’, li guardo dar basso a l’alto e mormoro a la Proietti: “ah ‘nvidioso”. Quacuno me odia pe questo.

    Comment by RomamoR — 3 Agosto 2010 @ 09:39
  3. SONDAGGIO: Qual’è er tifoso più ‘nvidioso? Vedemo chi c’azzecca.

    Comment by RomamoR — 3 Agosto 2010 @ 09:42
  4. Buongiorno a tutti. Stefano, complimenti davvero, sei un grande.Questo è uno dei piu’ bei sonetti che hai scritto, perchè ha un contenuto profondo. Perchè l’invidia è responsabile di tante scelleratezze della razza umana, mette in competizione gli uni contro gli altri, e io la competizione tra uomini la vedo SOLO in termini sportivi.

    Comment by roberto genesis — 3 Agosto 2010 @ 10:15
  5. INVIDIOSI = buriniiii della lazieeeeeeeee

    Comment by Federica_Perla — 3 Agosto 2010 @ 11:14
  6. Ne conosco tanti di INVIDIOSI, nei miei riguardi… e non sono tutti della Lazio 😀

    Comment by Francesca Principessa — 7 Agosto 2010 @ 12:09
  7. Stai sempre a guardà a quello che nun ciài,
    a misurà ‘gni tizzio ar bilancino,
    già solo che te sveji ch’è matino,
    gareggi contr’er monno, come fai? … (continua)

    Comment by Stefano — 14 Aprile 2016 @ 10:53
  8. Ma questo sonetto è la descrizione dei formellesi! Poracci!
    Sempre FORZA ROMA!!!!!!!
    Buona giornata.

    Comment by letizia — 14 Aprile 2016 @ 11:13
  9. Bongiorno Ste’, me pare che pure cor penziero der giorno stai ner tema de sto sonetto. Ce vedo ‘n velo de ‘nvidia verzo li tifosi der Barça. Che ne dici?

    Comment by 'svardo AsR '929 — 14 Aprile 2016 @ 11:57

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>