Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

7 Ottobre 2010

Nun je dà retta Roma

nun je

Nun je dà retta Roma

 

“Nun je dà retta Roma” è na canzona,

che seguita “che t’hanno cojonato”,

er testo sembra scritto er più appropiato,

pe commentà sta farza magnacciona.

 

Lo stommaco me s’è rintorcinato,

vedè magnà quelo che “non perdona”,

che sputa e sbava de “Roma ladrona”,

a masticà e a venì imboccato.

 

Te prego Roma mia nun ce fa caso,

Tu sei tarmente tanto superiore

ste cose nun te striscieno de raso.

 

A Te t’abbasta avecce er nostro amore,

de occhi, recchie, pelle, bocca e naso,

de chi è ROMANO fino in fonno ar core!

 

Stefano Agostino

_____________________________

  1. Buongiorno! Ste, nun te preoccupà, R O M A nun ce fa caso, figurete! Piuttosto, secondo me, a sto arterosclerotico (quanno stava “bene”) BurinOSSI, ce l’hanno portato narcotizzato, o mejo, ‘mbriaco… no, non è stato il lambrusco che s’è portato, che cce fai… al massimo ce poi svità i bulloni… dev’esse stato il vino dei Castelli… (aò mica l’ex ministro leghista, eh?)

    Comment by Luis — 7 Ottobre 2010 @ 09:16
  2. Buongiorno a tutti. Alemanno che mangia col padre del “trota”….CHE PAGLIACCIATA !

    Comment by roberto genesis — 7 Ottobre 2010 @ 09:25
  3. Sarve oh romano popolo, che vergogna vedelli magna’ ‘n letizia (scusa Letizia) e co’ la Pellegrini che ‘mbocca er “trota genitore”. Che me significa ‘sto calamento de braghe? Mano tesa a ‘sto fijio de “bòna donna” e compari de merenna ‘nclusi? Ma vedeno a moriammazzati! Nun ce vojio sta’! Invece de ‘nsorge’ ar grido de “FORA LI BARBARI” ce se aricconteno ‘e barzellette. Ma nun è che ce stanno a “cojionna’?

    Comment by ''svardo — 7 Ottobre 2010 @ 09:47
  4. Buongiorno a tutti i ROMANI, quelli veri, quelli che sono ROMANI dentro…lo schifo che provo nn si può descrivere…Vivo in una città senza sindaco, in un paese senza governo…DANIELE è IL MIO UNICO SINDACO.

    Comment by Federica_Perla — 7 Ottobre 2010 @ 09:50
  5. Buffoni, indescrivibile pagliacciata; insorgi Roma, non dico di prendere il coltello, ma facciamoci sentire! Nun se possono guardà sti magnoni che s’abbuffano, jannasse pe’ traverso!

    Comment by letizia — 7 Ottobre 2010 @ 10:09
  6. E NATURALMENTE, IL TUTTO A SPESE DI NOI ONESTI CONTRIBUENTI ROMANI!!!!!!

    Comment by Principessa — 7 Ottobre 2010 @ 11:30
  7. Questa foto la chiamerei “autogol”. Non credo che a nessuno dei votanti di questi protagonisti abbia fatto piacere che il proprio rappresentante si sia prestato ad una cosa del genere

    Comment by Stefano — 7 Ottobre 2010 @ 11:31
  8. Che scena di cattivo gusto, oltretutto a spese dei contribuenti. Questa è gente senza nerbo. Bossi non lo commento nemmeno ma Alemanno e Polverini sono veramente pessimi. Ma quale fascisti, Almirante si rivolterebbe nella tomba a vedere scene come queste. Che decadenza e che abbrutimento!!! Ma che je dice er cervello, come possono solo lontanamente pensare ad un’approvazione del popolo per una pagliacciata del genere. Che coatti antichi!!!

    Comment by Romano&Romanista73 — 7 Ottobre 2010 @ 11:57
  9. mi dispiace solo per la speranza de stefano ”. Non credo che a nessuno dei votanti di questi protagonisti abbia fatto piacere che il proprio rappresentante si sia prestato ad una cosa del genere”
    QUESTI sò statti votati sò statti li a magnà e continuano ancora oggi a dettare legge??la tua speranza è pura utoppia chi l’ha vottati la pensa come loro ossia il LECCHINAGGIO è ER MIGLORE LAVORO E OLTRE TUTTO PIù REDITIZIO Pè Sè E FAMIGLIA ……………….sono e restarano senza ritegno oltre che senza coscienza ………………………burattini …………..

    Comment by PEDRO — 7 Ottobre 2010 @ 13:27
  10. una volta(POCO TEMPO Fà PER LE VERITà) a ROMA se direbbe che erano BALORDI senza arte nè parte il peggiò è che ciò è a verità ma ci governano………………………………………se continuamo a rifletere ossia stiamo tranquilli…………………fammo la stesa fine se no abbiamo già fatto.

    Comment by PEDRO — 7 Ottobre 2010 @ 13:29
  11. Quando ci decideremo a andarli prende a calci sulle chiappe a ‘sti zozzoni sarà sempre troppo tardi!

    Buon tutto a tutti!

    Comment by Sololupo — 7 Ottobre 2010 @ 15:19
  12. non conoscono vergogna, nè pudore
    in fonno in fonno sò pori disgrazziati,
    ma è si’ tanta la puzza e er fetore
    che dico: ma annateamoriammazzati

    Comment by Pablo Bighorn — 7 Ottobre 2010 @ 21:46

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>