Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

6 Maggio 2017

Er vecchio smemorato

Tags: , , , , ,

 vecsmem1

Er vecchio smemorato

 ***

Se ne sta ar sole freddo de ‘na panca,

prova a scallà  la pelle ch’è tutt’ossa,

cor bavero a coprì la testa rossa,

er vento lo schiaffeggia a destra e a manca.

 ***

 A un tratto pare preso da ‘na scossa,

cerca de rassettà  la faccia stanca,

passa ‘na vecchiarella tutta bianca,

quanno la vede er còre je se ‘ngrossa.

***

Lei je soride e lui ce s’arza in piedi,

un fiore a un ramo appeso j’ariccoje,

je dice “Tie’, te vojo bene, vedi?”

***

Come la neve ar sole, lei se scioje

e j’arisponne: “A Nì, ma che te chiedi?

Nun t’aricordi mai che so’ tu’ moje ?!?”

***

Stefano Agostino

 ______________________________

 ***

PER IL VIDEO-SONETTO VAI QUI: Er vecchio smemorato

***

******

  1. Da piagne. Quanto me sarebbe piaciuto esse’ accosì smemorato e avecce vicino ‘na vecchiarella bianca. So’ passati 23anni e me pare ieri.

    Comment di Osvardo — 21 Luglio 2009 @ 20:46
  2. Wowwwwwwwww il vecchio del sonetto mi ricorda mio nonno che non c’è più da un quarto di secolo! Caro Stefano, riesci sempre a commuovermi 100.000.000 di Baci (uno è troppo poco).

    Comment di Principessa — 22 Luglio 2009 @ 10:06
  3. Splendida Ste, veramente bella e piena di significato…

    Comment di Adriano — 22 Luglio 2009 @ 11:02
  4. Un sonetto fantastico, Ste…
    Solo una persona speciale come te poteva riuscire ad esprimere l’emozione di un particolare momento di vita in maniera così naturale ed autentica…
    Sei davvero un mito!!!
    Un bacio 😉

    Comment di Luisa — 22 Luglio 2009 @ 11:26
  5. Se ne sta ar sole freddo de ‘na panca,
    prova a scallà la pelle ch’è tutt’ossa,
    cor bavero a coprì la testa rossa,
    er vento lo schiaffeggia a destra e a manca. … (continua)

    Comment di Stefano — 6 Maggio 2017 @ 04:25
  6. Bongiorno. Sempre bello e commovente sto sonetto. Arte vòrte ho commentato quasi da estraneo. Sta vòrta me ce rivedo come dentro a ‘n vestito fatto su misura. C’est la vie, direbbero i francesi.

    Comment di 'svardo AsR'29 — 6 Maggio 2017 @ 11:22
  7. Il vecchio del sonetto, anche se smemorato, continua ad amare la donna che tanti anni prima aveva scelto! Una bella cosa.
    Buona serata.

    Comment di letizia — 6 Maggio 2017 @ 18:00

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>