Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

13 Gennaio 2011

Si nun ce sta guadambio…

Si nun ce sta guadambio...

Si nun ce sta guadambio…

***

Si nun ce sta guadambio, dice er detto,

va’ sur sicuro: rimissione è certa.

E nun ho fatto mica ‘na scoperta,

de quele che rilasseno er brevetto.

***

Però ce aresto sempre a bocca aperta,

quanno che m’arisurta sto verdetto,

così che m’aritrovo poi costretto,

a stà in campana fisso, occhi in allerta.

***

Da chi ce prova e che se crede furbo,

e t’offre luna e monno a costo zero

mejo scappà, mettenno pure er turbo.

***

Che aggratise, pe disse tutto er vero,

nun è nimmanco più levà er disturbo,

co quer che costa un buco ar cimitero…

***

Stefano Agostino

______________________________

  1. “…da chi t’offre luna e monno a costo zero mejo scappà, e mette pure er turbo…” mi fa venire in mente di Bennato. Nessuno ti regala niente a stò mondo, tutto ha un prezzo, un valore, un costo, anche se paradossalmente ciò che più conta per noi umani non si compra col denaro!

    Comment by Silvio — 13 Gennaio 2011 @ 08:59
  2. CORREGGO. “…da chi t’offre luna e monno a costo zero mejo scappà, e mette pure er turbo…” mi fa venire in mente il “Gatto e la Volpe” di Bennato. Nessuno ti regala niente a stò mondo, tutto ha un prezzo, un valore, un costo, anche se paradossalmente ciò che più conta per noi umani non si compra col denaro!

    Comment by Silvio — 13 Gennaio 2011 @ 09:01
  3. Io di GRATIS conosco solamente L’AMICIZIA E L’AFFETTO SINCERI!!!!Come quella che ho per Voi!

    Comment by Principessa — 13 Gennaio 2011 @ 10:11
  4. Bongiorno a tutti, arivati e d’ariva’. 100% co’ “princesse”. Nun so se Silvio intende la vita; anche quella se compra o se paga. Specie co’ la “Sanità” de oggi. Tanti se venneno puro l’orgojio e quanno ‘na cosa se venne, vòrdi’ che se po’ compra’.

    Comment by 'svardo — 13 Gennaio 2011 @ 11:10
  5. Buongiorno… triste giorno! Si, si nun c’è guadambio c’è remissione… Cicinho, sniff, se ne va! E vaiiiii… E vai col risparmio (ma de chi?)… e vai sulla DX con oscuri e pallidi esterni… Ciao CICERO e buona fortuna, hai avuto solo pochissimi estimatori… Praticamente solo io! Faje vedè chi sei ma… alzate sulle punte si no, piccoletto come sei, nun te vede nessuno!

    Comment by Luis — 13 Gennaio 2011 @ 13:12
  6. Gli posso prestare un paio di décolleté Guess con 12 cm di tacco, a Cicero 😀

    Comment by Principessa — 13 Gennaio 2011 @ 13:53
  7. In hoc Cicinho, non vinces!

    Comment by Stefano — 13 Gennaio 2011 @ 14:12
  8. ‘Svardo il denaro ti può curare ma la salute non la puoi comprare, l’affetto di qualcuno non lo acquisti con la carta di credito, nemmeno l’amicizia ha il cartellino col prezzo, un figlio che prende una strada sbagliata non lo salvi se sei ricco… Questo intendevo dire, poi tutto il resto non è gratis, si compra, siamo daccordo.

    Comment by Silvio — 13 Gennaio 2011 @ 18:00

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>