Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

17 Novembre 2011

Colori: blu

colori - blu

Colori: blu

***

Celeste, com’er cielo der mattino,

quanno nun è impiastrato, ch’è sereno,

azzuro, guasi guasi prenno er treno,

ché vengo giù da te e te sto vicino.

***

L’inchiostro che nun segna un segno meno,

er mare che se specchia ar cielo fino

a l’orizzonte che, un artro pelino,

e nun lo vedo più ‘ndo’ sta nemmeno.

***

L’occhio più bello, acceso come un faro,

e  pe ‘gni sport la maja de l’Italia,

e de ‘gni lapislazzulo più raro.

******

Er freddo si er termometro va giù,

‘no sfonno d’atmosfera che t’ammalia,

er picco de ‘na notte: questo è er BLU.

***

Stefano Agostino

____________________________


  1. Buongiorno a tutti, non c’entra niente col sonetto….vi segnalo questo servizio su Lamela preso da LaRepubblica… http://video.repubblica.it/sport/erik-lamela-il-ragazzo-che-brucia-il-tempo/80933?video=&ref=HRERO-1

    P.S. Blu è tuo colore il calcio è il nostro gioco, questo scudetto è durato poco poco…alza gli occhi al cielo e guarda sta città, è tutta giallorossa e te ne devi annà !!!

    Comment di Massimiliano "Bariggio" — 17 Novembre 2011 @ 08:52
  2. …co ste belle giornate … le rime so’ ispirate …

    Comment di Elio Malloni — 17 Novembre 2011 @ 09:17
  3. APPLAUSI!!!!!!!!!!!

    Comment di letizia — 17 Novembre 2011 @ 12:03
  4. Li firme francesi ar “BLU?” nun li posso sopporta’. Troppo monotoni, leveno er gusto de ‘na bella trama.

    Comment di 'svardo — 17 Novembre 2011 @ 19:06

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>