Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

6 Gennaio 2021

Li Re Magi

Li Re Magi

***

Partiti da li tre pizzi der monno,

seguenno la gran scia de ’na cometa,

ciascuno da ’no spicchio der pianeta,

sfidanno mari, monti, freddo e sonno.

 ***

Forti de la parola der profeta,

senza fermasse mai, manco un seconno,

sò arivati tutti fino in fonno,

avenno inteso la notizzia lieta.

 ***

E ’gnuno aveva un dono stabbilito:

Gaspare l’oro, segno de corona,

Melchiorre incenzo, p’èsse riverito…

 ***

… e Baldassarre mirra che l’unziona,

pe quanno se sarebbe seppellito…

e anch’er presepio mó se perfezziona.

***

Stefano Agostino

_____________________________

***

  1. Partiti da li tre pizzi der monno,
    seguenno la gran scia de ’na cometa,
    ciascuno da ’no spicchio der pianeta,
    sfidanno mari, monti, freddo e sonno. … (continua)

    Comment by Stefano — 6 Gennaio 2016 @ 06:20
  2. Buona Epifania a tutti!

    Comment by letizia — 6 Gennaio 2018 @ 10:07
  3. Spero che la Befana abbia portato nei cuori di tutti speranza, amore e tolleranza, volontà di pace, un po’ di affetto e tanta bontà! Buona Epifania a tutti!

    Comment by letizia — 6 Gennaio 2021 @ 15:10

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>