Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

14 Luglio 2017

14 luglio 1789

14 luglio 1789

***

“Presa de la Bastiglia” al calennario

l’inizzio de la gran Rivoluzzione

quella franzosa, ma d’ortre-nazzione,

de cui ricore mó l’anniverzario.

***

Er popolo a caccià l’occupazzione

la tirannia, in modo leggennario,

s’è aribbellato pe portà er salario,

la pari dignità de le perzone.

***

La libbertà pe tutti e l’eguajanza,

valori umani e dignità sociale,

una nazzione a vive in fratellanza.

***

Più passa er tempo e più viè naturale

pe chi sta a comannà e ingrassà la panza,

penzà a che ce ne vole un’artra uguale.

***

Stefano Agostino

________________________________

***

  1. “Presa de la Bastiglia” al calennario
    l’inizzio de la gran Rivoluzzione
    quella franzosa, ma d’ortre-nazzione,
    de cui ricore mó l’anniverzario. … (continua)

    Comment di Stefano — 14 Luglio 2017 @ 08:34
  2. Qui da noi ce ne vorrebbe una così!
    Buona Giornata!

    Comment di letizia — 14 Luglio 2017 @ 10:37
  3. Fu il primo Paese al mondo ad abbattere la monarchia ed a teorizzare la repubblica. Non più sudditi ma cittadini.

    Comment di Silvio — 14 Luglio 2017 @ 11:39
  4. Ma dai! Qui, la rivoluzione, è stata fatta nel 1944/45, ma ancora viviamo nel periodo del terrore.

    Comment di 'svardo AsR'29 — 14 Luglio 2017 @ 12:25

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>