Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

17 Aprile 2018

Concetto de felicità

 Concetto de felicità

***

Felicità, che strana senzazzione,

nun è pe tutti, ma n’è detentrice

quela perzona che, manco lo dice,

ma je se legge in faccia la raggione.

***

Felicità nun è mica oppignone,

ma è ‘no stato de chi benedice

quer che possiede e che lo fa felice,

senza mai usà metro de paragone.

***

C’è chi è felice e se ne rènne conto,

ma solo quanno er tempo j’è passato

perdennose er mejo der racconto.

***

Er più felice è chi l’è sempre stato,

no pe fortuna, ma perché sta pronto

a dì che quer che cià è tutto incantato.

***

Stefano Agostino

_________________________

***

  1. Felicità, che strana senzazzione,
    nun è pe tutti, ma n’è detentrice
    quela perzona che, manco lo dice,
    ma je se legge in faccia la raggione. … (continua)

    Comment by Stefano — 17 Aprile 2018 @ 05:52
  2. Spesso i maggiori ostacoli ad essere felici siamo noi stessi a crearli.

    Comment by Silvio — 17 Aprile 2018 @ 10:56
  3. Analisi approfondita della Felicità (quella con la F maiuscola): la Felicità è dentro di noi. Per conoscerla ci basta apprezzare e godere le piccole cose della vita!
    Buona Giornata e tanta Felicità a tutti!

    Comment by maria letizia — 17 Aprile 2018 @ 12:43
  4. Sarà, ma confondo la felicità con l’Araba Fenìce.

    Comment by 'svardo — 17 Aprile 2018 @ 15:59

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>