Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

La Roma in rima,Stagione 2018-19

12 Dicembre 2018

Viktoria Plzen – Roma C.L.

Viktoria Plzen – Roma: 2-1

ééè

Stavorta sola, co ‘na senzazzione,

der tutto nova a vive la partita,

ché tanto come che fusse finita,

nulla cambiava in ottica girone.

***

La Roma, da seconna, era in gita,

ner freddo messo giusto a l’occasione,

pe annà a sgambà più pe prestazzione,

che pe giocasse un pezzo suo de vita.

***

Perciò nun conta tanto er risurtato,

che a la fine segna punti zero,

ma era pe sperà un gioco rinato.

***

Ma senza volé sempre vedé nero,

ce sta da reggistrà come er malato

nun è guarito certo pe davero.

***

Stefano Agostino

***

 

  1. Stavorta sola, co ‘na senzazzione,
    der tutto nova a vive la partita,
    ché tanto come che fusse finita,
    nulla cambiava in ottica girone. … (continua)

    Comment di Stefano — 12 Dicembre 2018 @ 22:10
  2. Neppure per sbaglio si riesce a vincere più una partita! Per fortuna eravamo già qualificati!
    Buona Giornata.

    Comment di letizia — 13 Dicembre 2018 @ 10:05
  3. E’ tutto così strano, sembra che i giocatori vogliano mandare via l’allenatore: giocano senza voglia, senza grinta, senza amore per la maglia. Di tutta la squadra il più Romanista di tutti è Eusebio Di Francesco. E’ l’unico che si incaxxa, che non riesce ad accettare quello che vede. Eppure, sarà proprio lui ad essere cacciato, perché altrimenti dovrebbero licenziare 22 giocatori.
    Questo è il calcio oggi, e non mi piace.

    Comment di Pablo BigHorn — 13 Dicembre 2018 @ 21:53

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>