Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Canzoni e Personaggi

29 Settembre 2012

Roma Roma Roma

  1. FORTE! FORTE! FORTE! Ho messo l’amply a tutta callara e la gente che passa sotto le finestre se ferma a senti’. Ho scerto quello de Roma – Lione che è er più chiaro. Artro che comizio elettorale; me tocca chiude sennò ariveno li vigili. Ammazza quanti romanisti semo.

    Comment di 'svardo — 3 Aprile 2010 @ 13:14
  2. … io la vorebbe sentì puro doppo che so’ morto …

    Comment di Elio Malloni — 29 Settembre 2012 @ 12:24
  3. Ammazza aoh, hai bissato er commento ch’ho fatto guasi duanniemezzo fa.
    M’hai fatto veni’ li brividi.
    DAJE ROMA DAJE!!!
    Come dice Zeman:” so’ undici come noi, c’hanno du braccia e du gambe come noi, c’hanno ‘na testa come noi” ….. o no? Noi no?
    Booh!
    MA SEMPRE FORZA ROMA!!!!!

    Comment di RomamoR ASR'929. — 29 Settembre 2012 @ 14:54
  4. ROMA TI AMO AMCHE SE NON TI CREDO PIU’

    Comment di letizia — 29 Settembre 2012 @ 16:11

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>