Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

11 Marzo 2020

Ner tempo de la prova

Ner tempo de la prova

***

La situazzione certo nun è bella,

anzi ‘gni giorno pare che peggiori,

co novi casi, focolai e “untori”,

a ‘gni rintocco d’ora e campanella.

***

A parte pe fà spesa e pe lavori,

pe nun diffonne er virus co la zella,

se sta l’un l’artro … tipo a sentinella,

e nun se pò più bazzicà de fòri.

***

Inzomma è er tempo duro de la prova,

che si distanzia tutti armeno un metro,

però ‘na cosa ner profonno cova.

***

Er senzo de la carità cristiana,

che pure si sta a chiude anche San Pietro,

‘sta a unì la gente e la fa più umana.

***

Stefano Agostino

_________________________

***

  1. La situazzione certo nun è bella,
    anzi ‘gni giorno pare che peggiori,
    co novi casi, focolai e “untori”,
    a ‘gni rintocco d’ora e campanella. …

    Comment by Stefano — 11 Marzo 2020 @ 04:45
  2. Stefano, certamente un momento difficile per l’Italia, per gli Italiani e pe’l mondo intero!
    Ma come dice appunto il tuo bel sonetto,
    anche “Ner tempo de la prova” ci si può trovare il lato positivo!
    (anche se in questo frangente e’ ……. la parola sbagliata.)
    Infatti questa calamita’ ci sta’ riportando a tutti co’ li piedi per tera,
    facendoci ritrovare cosi’……… un po’ della, ormai da anni persa, Umanità!

    Comment by romano cb — 11 Marzo 2020 @ 17:06
  3. Bello il sonetto e molto pertinente il commento di romano cb! Forse stiamo ritrovando il “cuore”.
    Buona serata.

    Comment by letizia — 11 Marzo 2020 @ 18:01

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>