Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for the ‘Schegge di vita’ Category

I sonetti romani,Schegge di vita

25 Agosto 2020

Acqua

Acqua

***

È l’acqua, sin da quanno sgorga in fonte,

er friccico de Vita der Pianeta,

che venghi giù a cascata oppure quieta,

fin’a che ariva ar mare inzù dar monte.

***

E nun c’è poesia e né poeta,

che ciabbia corde afone de fronte,

ner mentre fissa dritto l’orizzonte

e l’occhio indetr’ar mare se disseta.

***

L’acqua prezziosa in de ‘gni goccia e a goccia,

zampilla de freschezza trasparente

riggenera, pulisce e se fa doccia.

***

E vale più de l’oro veramente,

ben più de lo scavà quarziasi roccia,

chiedilo a chi cià sete ‘ndov’è assente …

***

Stefano Agostino

_________________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

22 Agosto 2020

Dar Vangelo der giorno: “Simon Pietro”

Dar Vangelo der giorno: “Simon Pietro”

***

Gesù, a li discepoli in preghiera,

je fece allora, in separata sede:

“La gente ve domanna mai, ve chiede

chi so’ e che ce faccio su ’sta Tera?

 ***

Vojo sapé si c’è qui chi me crede,

e crede a ’sta parola mia, ch’è vera”,

a la risposta poi chiese a chi c’era:

“E voi che dite? So’ o nun so’ l’erede?”

 ***

“Tu sei Cristo Gesù, er Fìo de Dio”,

rispose, trasparente com’er vetro,

Simone er pescatore e Gesù: “Io…

 ***

…dico che sei la pietra, e sarai Pietro,

su cui fonnà la chiesa, e er mazzo mio

de chiavi de Lassù, si me stai dietro!”

***

Stefano Agostino

____________________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

20 Agosto 2020

A chi violenta o ammazza un regazzino

A chi violenta o ammazza un regazzino

***

A chi violenta o ammazza un regazzino,

nun je darebbe manco l’avvocato,

né un processo ‘ndov’èsse imputato,

ma solo ‘na condanna e un aguzzino …

**

… che lentamente … in base ar suo reato,

fa a quer bastardo, cento vorte inzino,

quer che j’ha fatto lui a quer coricino, 

ma in modo più crudele e più efferato.

***

Ché nun se pò permette resti ar monno,

a respirà un soggetto come quello,

che ammazza un pupo o je violenta er sonno.

***

So’ esaggerato? Si quer bimbo bello

fusse mi’ fìo …  lo zozzo io lo sfonno,

e prego Dio de nun damme un cortello.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

16 Agosto 2020

Dar Vangelo der giorno: “Gesù e la cananea”

Dar Vangelo der giorno: “Gesù e la cananea”

 ***

Quanno s’avvicinò ‘na cananea,

e disse: “Abbi pietà de me, Signore,

mi’ fìa è tormentata, sei l’Amore,

guariscila dar Male, pe nomea”.

***

Gesù, nun j’arispose e co stupore

rivorto a li discepoli in platea,

“Nun è israelita, nun è ebbrea:

solo a quer gregge, vengo a fà er Pastore”.

***

E a la donna: “Nun se dà ar cane,

er pane pe li fìi, tocca rifrette,

invece a fà così, se butta er pane”.

***

E quella: “Cagnolini co cagnette

se magneno l’avanzi e, si arimane,

er pane ito in tera in briciolette”.

***

Gesù, ar sentì quele parole sane, 

disse: “la tua gran Fede fa perfette

le tue richieste, fin’a adesso vane”.

***

Stefano Agostino

__________________________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

15 Agosto 2020

Assunta

Assunta

***

De certo Lei, Perfetta e Immacolata,

senza peccato, manco origginale,

senza sospetti dar regno der male,

senza ‘na macchia che l’ha mai toccata …

***

… quanno ch’ha chiuso l’occhi ner finale,

de ‘sta vita terena ormai lassata,

da l’Angeli è stata sì elevata,

fin’a portalla ar Monno Celestiale.

***

E da quer giorno nun smette un momento

d’arigalacce Grazzie co l’Aiuto

de Chi a la Trinità è collegamento.

***

Assunta cor Suo Còre ch’è ‘na fiamma,

a cui ricore sempre ‘gni minuto,

co l’occhi che cià un fiò pe la sua Mamma.

***

Stefano Agostino

______________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

14 Agosto 2020

San Massimiliano Maria Kolbe

San Massimiliano Maria Kolbe

***

Se narra che ‘sto santo in priggionia,

ner lager de l’infamia der nazzismo,

scambiò la vita, in massimo artruismo,

co un condannato padre de famìa.

***

“Prennete me” – je disse co tempismo,

a li nazzisti – “co ‘sta vita mia,

sarvate ‘st’omo”, e fu martyria,

da nun confonne mai co eroismo.

***

Fu martire, testimoniò la Fede,

l’eroe nun lo fa, sta qui la chiave

pe dà risposta a chi già se lo chiede.

***

E prima de morì, pe scerta grave,

Massimiliano Kolbe, Suo erede,

disse a Maria, e spirò, l’urtimo “Ave”.

***

Stefano Agostino

__________________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

13 Agosto 2020

Er camper

 er camper

Er camper

****

Casetta mobbile ch’è in miniatura,

se chiama “camper”, nome più famoso,

pe ‘na vacanza de tutto riposo,

o a chi je piace ‘nvece l’avventura.

***

Ma sia er turista attivo ch’er pacioso,

grazzie a ‘sto mezzo vive la natura,

senza né costrizzioni, né misura,

co lei a fà da sposa e lui lo sposo.

***

L’armadio, er bagno, er letto e la cucina,

lì dentro ce sta tutto o, ar più, un assaggio,

perzino de soffitta e de cantina.

***

Dar posto guida se gusta er paesaggio,

de monti o mare, de città o collina,

più de la meta, tanto, conta er viaggio.

***

Stefano Agostino

______________________________

***