Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for novembre 14th, 2017

La Roma in rima

14 novembre 2017

Stanno ancora lì

Stanno ancora lì

***

Nun hanno dato ancor le dimissioni,

né er C.T. Ventura, né Tavecchio,

la dignita finisce indentr’ar secchio,

pe nun usà più forti l’espressioni.

***

Se sò guardati fronte a un bello specchio

e invece de occhi tristi e lagrimoni,

pronte borzette, borze e valiggioni,

a li lamenti j’hanno chiuso orecchio.

***

La dignità de un omo se misura

tanto de più quanno che cade e zitto,

se sa riarzà già co disinvortura.

***

Nun cerco co chi pò avé fatto er fritto

rimane a fà Tavecchio e a fà Ventura,

invece de stà a annà a fanculo dritto.

***

Stefano Agostino

***