Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Novembre 1st, 2021

I sonetti romani,Schegge di vita

1 Novembre 2021

Er giorno de ‘Gnissanti

Er giorno de ‘Gnissanti

***

Primo novembre: er giorno de ‘Gnissanti,

nun solo quelli scritti ar calennario,

chi co ’na chiesa, chi co un santuario,

chi ner ricordo de preghiere e canti.

 ***

Nun è der santo che cià l’onorario

che sta ner paradiso de li fanti,

quello potente e ricco de contanti,

ch’è bono p’er lavoro e p’er salario.

 ***

Qui se festeggia er Santo de ’na vita

de dono, sacrificio, granne fede,

p’er prossimo e pe chi vive in salita.

***

Che spesso è tra de noi, ma nun se vede,

ce se n’accorge solo che a l’uscita,

quanno ch’è tardi pe baciaje er piede.

***

Stefano Agostino

___________________________

***

La Roma in rima,Stagione 2021-22

Roma – Milan

Roma – Milan: 1-2

***

Inutile, nun ce se riesce mai,

a vince contro una ch’è più avanti,

pòi giocà forte oppure co li guanti,

er risurtato è uguale, ce lo sai.

***

Poi mettece l’aiuto de li santi,

ma quelli cor fischietto casomai,

che vedeno rigori e fanno guai,

co arbitraggi sempre e solo anti.

***

La Roma perde quinni pe 2 a 1,

ma pe segnà fa sempre ‘na fatica,

e qui cià corpa già più de quarcuno.

***

Nun se capisce manco tanto mica,

com’è tanti attaccanti, ma ciascuno,

co quela porta che nun è amica.

***

Stefano Agostino

***